(NewTuscia) – VITERBO – Tra le prime misure messe in atto c’è, sembra, la decisione di chiudere strada Salaria per i danni ricevuti dall’arteria stradale di nuovo nelle zone già colpite dal terremoto del 24 agosto scorso. Stanno decidendo questa cosa Anas e Protezione Civile.

Colpita più direttamente Castel Sant’Angelo sul Nera, epicentro della scossa e più direttamente le Marche, nel Maceratese, rispetto a due mesi fa.

Nella Tuscia tanta paura ma, almeno per ora, nessuna notizia di danni a persone o cose.

In questo momento gli addetti ai lavori nella zona del terremoto dicono che non ci dovrebbero essere feriti, anche se ci sono stati crolli nella zona tra Norcia, Amatrice e Arquata delterremoto Tronto.

Presto aggiornamenti.