Monterosi accoglie il corpo di San Lazzaro

NewTuscia – MONTEROSI – Il Gruppo di Roma del Corpo Italiano di San Lazzaro si arricchisce della collaborazione del Comune di Monterosi, un territorio per troppo tempo sottovalutato dall’interesse turistico delle migliaia di escursionisti e pellegrini che da Sutri si accingono a giungere alla Capitale. Infatti la sua posizione strategica (con una visuale che spazia dal Monte Soratte a Rocca Romana sul Lago di Bracciano e posto all’inizio della depressione geologica che conduce fino a Roma) ed un ameno laghetto di origine vulcanica (e non artificiale come alcuni ancora oggi credono), resero questo luogo protagonista della storia.

Venerdì 9 Aprile il Corpo Italiano di San Lazzaro, rappresentato dal capogruppo Germano Assumma, alla presenza del Consigliere Gino Mascagna (su mandato del Sindaco, Dott. Sandro Giglietti) ha firmato un protocollo di intesa che inserisce Monterosi tra i territori monitorati per la pregevole sentieristica e per il tratto di competenza della Via Francigena.

L’amministrazione comunale si sta infatti dimostrando molto sensibile alla rivalutazione turistica del territorio: l’attenzione rivolta al tratto di Francigena è ora di primaria importanza e di recente anche la sentieristica locale ha giovato di un totale rinnovamento che ha visto la sistemazione dei punti di accesso al Lago omonimo ed il tracciamento di un nuovo itinerario che da Monterosi conduce fino a Trevignano, alla cui realizzazione stanno partecipando i Guardiaparco del Parco di Bracciano-Martignano.

Come sempre, l’obiettivo principale del Corpo di San Lazzaro è la creazione di un nucleo locale composto da residenti che abbiano la migliore percezione del territorio, delle sue peculiarità e delle sue criticità.

 

Corpo Italiano San Lazzaro

Gruppo di Roma