NewTuscia – VITERBO – A Viterbo, nella notte scorsa, due giovani pregiudicati sono stati arrestati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale dopo una lite scoppiata in Piazza del Plebiscito. L’intervento congiunto del N.O.R. – Sezione Radiomobile, della Stazione di Viterbo e della Squadra Volanti della Questura ha permesso di gestire una situazione potenzialmente pericolosa.

L’aggressione dei due giovani agli agenti intervenuti è stata gestita con grande professionalità e determinazione. Nonostante le ferite riportate durante l’operazione, gli agenti hanno continuato a svolgere il loro dovere con coraggio e senso del dovere, dimostrando il costante impegno dei carabinieri per garantire la sicurezza pubblica.

L’utilizzo di misure drastiche come lo spray al peperoncino e il taser è stato necessario per fermare i due giovani fuori controllo, evitando conseguenze più gravi. Gli agenti hanno saputo gestire la situazione con tempestività, evitando che la situazione degenerasse ulteriormente.

La pronta risposta delle forze dell’ordine e la collaborazione tra le diverse unità coinvolte hanno dimostrato quanto sia importante il lavoro quotidiano dei carabinieri e della Polizia di Stato per mantenere la sicurezza e l’ordine pubblico. L’Autorità Giudiziaria è stata informata dell’accaduto e i procedimenti sono in corso per documentare l’intervento e le azioni intraprese.

Questo episodio sottolineano l’importanza del ruolo dell’operato delle forze dell’ordine nella tutela della comunità e del loro costante impegno nel garantire la sicurezza di tutti i cittadini. Un plauso va quindi agli operanti che, nonostante le difficoltà e le aggressioni subite, hanno dimostrato grande professionalità e dedizione al servizio della collettività che solo dall’inizio di questo anno ha visto le forze dell’ordine in prima linea nel fronteggiare la crescente violenza nelle vie del centro storico.