NewTuscia – VITERBO – Accusati di minaccia a corpo politico in concorso in base all’articolo 338 del codice penale, è stato chiesto da parte dei pm Massimiliano Siddi e Chiara Capezzuto il giudizio immediato per la sindaca Chiara Frontini e il marito Fabio Cavini. Ieri davanti al gip, i pm hanno depositato la richiesta al termine delle indagini avviate dopo la denuncia dell’ex consigliere Marco Bruzziches, prima facente parte della maggioranza e ora del gruppo misto.

I fatti hanno avuto origine ad una cena, la sera del 26 settembre 2023, a casa di Bruzziches, quando tra i commensali che oltre al’ex consigliere erano costituiti dalla moglie di questi, Annamaria Formini, dalla sindaca Chiara Frontini e dal marito Fabio Cavini, sono stati registrati degli audio poi resi pubblici lo scorso 12 marzo. Il contenuto delle registrazioni riguarderebbe delle minacce fatte da Cavini a Marco Bruzziches; tra di esse la frase “Purtroppo io sono la sua anima nera ed è per questo che sono molto odiato, perché a volte devo fare delle cose anche molto brutte”.

Qualora la richiesta di giudizio immediato fosse accolta dal giudice, senza procedere nella all’udienza preliminare, Chiara Frontini e Fabio Cavini avrebbero un lasso di tempo determinato per decidere se chiedere riti alternativi o passare direttamente al dibattimento.