NewTuscia – RIETI  – Continuano i servizi predisposti dal Comando Provinciale di Rieti volti a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno di aree boschive.

In esito ad una repentina attività di indagine, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Rieti hanno denunciato un ventenne, di origini extracomunitarie. Il predetto veniva notato mentre, a bordo di un’autovettura, si allontanava da un bivacco individuato in un’area boschiva di località La Foresta di Rieti, oggetto di indagine a causa di un insolito via vai di persone e mezzi.

Fermato e sottoposto ad immediata perquisizione personale, il ragazzo, seppur privo di occupazione lavorativa, è stato trovato in possesso di 40 banconote da 50 Euro (per un importo complessivo pari a 2.000 Euro) di cui non forniva giustificazioni circa la provenienza. Il denaro, ritenuto provento dell’attività di spaccio, è stato sottoposto a sequestro.

L’area in cui era stato attrezzato il bivacco è stata bonificata. Sul posto, oltre a indumenti e viveri vari, è stato rinvenuto vario materiale utilizzato per il confezionamento delle singole dosi poi vendute al dettaglio agli acquirenti.

Il ragazzo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria reatina e dovrà ora rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si dà atto, come di consueto, che il procedimento penale è ancora nella fase delle indagini preliminari e che eventuali responsabilità penali saranno valutate dall’Autorità Giudiziaria.