NewTuscia – ROMA – “Ringrazio gli organizzatori per aver scelto di svolgere questo interessante evento in consiglio regionale: Massimo Troisi è uno dei più grandi protagonisti della storia del cinema italiano. Coniugava la passione con le sue grandi capacità, sin dagli inizi quando diede vita al gruppo “La smorfia”, insieme a Enzo Decaro e Lello Arena”.

Lo dichiara il Presidente del consiglio regionale del Lazio, Antonello Aurigemma, intervenuto alla presentazione del libro di Stefano Veneruso “Massimo Troisi, il mio verbo preferito è evitare”, presso la Sala Mechelli alla Pisana.

“Questa mattina – aggiunge Aurigemma – è stato anche annunciato il film “Gli anni del padre”, diretto da Veneruso, ambientato per buona parte in provincia di Rieti. Come consiglio regionale, il nostro obiettivo è anche quello di valorizzare le bellezze e le grandi potenzialità del nostro territorio, come i paesaggi suggestivi e i borghi incantevoli del reatino, insieme ai tanti prodotti di qualità. Per questo, siamo orgogliosi che questo film abbia come location la nostra regione, e noi siamo disponibili per ogni iniziativa volta a tutelare e valorizzare il cinema, i territori, che racchiudono la nostra storia e le nostre origini”

“Ringrazio l’autore e nipote di Massimo Troisi per questo volume, – dichiara Luciano Crea, Presidente della commissione cultura, spettacolo, sport e turismo della regione Lazio – che oggi abbiamo avuto l’onore di presentare in Consiglio regionale e che racconta la storia di un artista vero, senza filtri, che ha dato tutto sé stesso per un’idea di cultura”.