NewTuscia – CIVITAVECCHIA  – Dopo la vittoria con il Primavera i biancorossi domenica 25 febbraio affrontano un Prato carico e voglioso di salire di categoria che in casa ha sempre dimostrato la sua forza.

La prova più difficile, per il Civitavecchia da trasferta, ben 289 km separano Civitavecchia da Prato.

Si gioca anche su questi piani, il match di domenica che dirà anche chi, tra Prato e Civitavecchia, dimostrerà miglior capacità di reazione nei confronti di un quarto turno di campionato di ritorno un tantino difficile.

Il pronostico pende dalla parte dei locali toscani.

I rossoazzurroverde, a sorpresa, con una ottima prestazione sportiva, all’andata, riuscirono ad imporsi (47-24 il punteggio), e proveranno a ripetere quel risultato, per invertire quel risultato servirà al roster di Bona-LoGreco una prova pressoché perfetta.

L’obiettivo del Rugby Civitavecchia è di rientrare in corsa per il salto di categoria: sarà dura, più che mai considerato che nel girone di ritorno giocherà molte delle partite contro le dirette concorrenti in trasferta.

Bona-LoGreco possono contare su un buon roster, che sta dimostrando di potersi consolidare nella categoria e magari sognare qualcosa di più.

Ecco, quando si dice “la forza di volontà” quella qualità definita come la capacità di raggiungere un obiettivo appassionatamente desiderato.

Allo Stadium “Enrico Chersoni” sarà aspra lotta per la mischia biancorossa, chiamata agli straordinari.

Dagli allenatori del CRC:” domenica ci aspetta una trasferta dura, contro una squadra che è la seconda forza del girone che sul campo sta dimostrando tutto il suo valore tecnico. Ci siamo confrontati con il gruppo squadra, e siamo coscienti che le due ultime prestazioni non sono del tutto soddisfacenti dal punto di vista dell’atteggiamento messo in campo. Abbiamo la possibilità di dimostrare il nostro valore, a prescindere dal risultato finale. Nello sport come nella vita è quello che facciamo in campo che conta, non quello che diciamo. Noi dello staff tecnico abbiamo grande fiducia nei nostri ragazzi”.

La sfida è difficile ma c’è grande entusiasmo nelle file del Civitavecchia.

Alla vigilia della trasferta di Prato, quarto impegno stagionale di ritorno, l’occasione è ghiotta per comprendere cosa riservi il futuro al Club del Moretti Della Marta.