NewTuscia – BASTIA UMBRA – Exploration, Expression, Expertise, Expo. Sono state le quattro aree tematiche ma soprattutto le anime che hanno caratterizzato una convention dedicata all’Horeca dove protagonisti sono stati gli operatori del settore. Sono stati proprio loro al centro di un’esperienza di gusto unica.

Oltre 4mila i visitatori che per tre giorni (19-21 febbraio) sono arrivati ad Umbriafiere di Bastia Umbra per partecipare all’evento “A porte aperte” organizzato da Cancelloni Food Service, azienda di Magione, leader nel Centro Italia per la fornitura di prodotti e servizi per l’Horeca.

E quella che è stata aperta è proprio una finestra sul presente e sul futuro della ristorazione e dell’ospitalità, non solo attraverso l’esposizione di prodotti ma anche con incontri su tematiche molto sentite per il settore.

Il presidente e vicepresidente dell’azienda umbra, rispettivamente Fabio e Simona Cancelloni, e la responsabile del progetto “A porte aperte” Chiara Cancelloni, non nascondono la soddisfazione per la riuscita di un evento di tale portata, ringraziando visitatori, partner ed istituzioni e dando già appuntamento alla prossima edizione in programma nel 2027.

Un evento quindi che, nato nel 1998, si è poi ripetuto evolvendo format e caratteristiche: quella appena conclusa è stata così un’edizione ancora più ricca e complessa, con cooking show di chef stellati (Enrico Bartolini, Mauro Uliassi, Alessandro Dal Degan) e di nomi notissimi al mondo delle pizzerie (Francesco Martucci, Antonio Starita) e tanti appuntamenti per incontri, confronti e formazione.

Ad Umbriafiere il mondo del food è stato totalmente rappresentato con gli stand (oltre 100 espositori e più di 10mila prodotti provenienti da tutto il mondo) in modalità “Percorso del gusto” simulando tutta l’offerta ristorativa: dalla colazione agli aperitivi, dai primi ai secondi, fino ai dolci, includendo anche pizzeria, mixology, enoteca e beverage.

Professionisti (Contest APA) e studenti degli Istituti Alberghieri (Cooking Quiz con il coinvolgimento di 30 istituti del Centro Italia) si sono sfidati in avvincenti gare. Una giuria di esperti ha premiato le proposte gastronomiche più gustose: per il Contest a vincere è stato Vittorio Ottavi di Ottavi Mare di Bevagna.

Durante le tavole rotonde si è parlato anche di sostenibilità per delineare la ristorazione che verrà, sempre più “green”, con Stelle Verdi Michelin, allargando gli orizzonti poi al mondo della produzione, della solidarietà, al mondo accademico e delle scuole, a quello medico scientifico, fino alla finanza.

Altro tema trattato è stato quello delle opportunità per il mondo Horeca legate alle tre Filiere agroalimentari dell’Umbria: una occasione preziosa per mettere in luce due storiche filiere virtuose umbre, come quelle del tartufo e dell’olio, e presentare la più recente, quella della nocciola.

“A porte aperte” è stata anche l’occasione per volgere lo sguardo ai progetti futuri targati Cancelloni Food Service come “Il festival dei tramonti” in programma per l’estate 2024 (che coinvolgerà tutti i comuni del Lago Trasimeno coniugando arte, cinema, danza, musica, sostenibilità, enogastronomia e turismo dinamico) e la neonata Fondazione Fabio e Simona Cancelloni – Nati per vivere, che si occuperà di depressione e prevenzione del rischio di suicidio.

Tutta la tre giorni del gusto è stata raccontata, grazie alla professionalità della Visualcam, con una entusiasmante web tv dedicata, grazie a streaming live, visibile nel canale YouTube di Cancelloni:

https://www.youtube.com/@CancelloniFoodService