NewTuscia – TERNI – La “coperta corta” è la metafora dei fondi pubblici destinati alle infrastrutture sanitarie della nostra Regione, che non riescono a garantire la realizzazione del Nuovo Ospedale Narni- Amelia.

L’idea di un Ospedale Comprensoriale, situato in un luogo tra Narni e Amelia e precisamente in località Cammartana, che potesse integrare la sua funzione con l’Ospedale S. Maria di Terni, è stata senz’altro valida, piena di prospettive positive e dei migliori auspici.

Il vecchio impegno che la Regione Umbria e l’Azienda Usl Umbria 2 presero con i Sindaci pro tempore dei Comuni interessati a questo importante progetto non ha mostrato la direzione e il verso che dovrebbero condurre la nostra Sanità Pubblica a soddisfare la richiesta, da parte della Cittadinanza, di cure più efficaci e più rapide.

A tal proposito rileviamo che esiste una grande differenza tra le dichiarazioni ufficiali sui livelli qualitativi delle prestazioni erogate dalle strutture sanitarie del territorio e le prestazioni percepite dall’utenza. Questo ci preoccupa particolarmente perché significa che esistono dei punti critici che generano insoddisfazione e disagi ed evidentemente non sono in atto interventi di nessun tipo per risolvere queste criticità.

I cittadini specialmente i meno abbienti, impossibilitati per ovvie ragioni ad accedere alle cure private, non sono interessati alla lettera dell’Art. 32 della Costituzione; ma al suo senso profondo SI, lo sono! Chiedono solo di poter esercitare il diritto che quell’articolo sancisce: “essere curati al meglio.”

L’impegno della Regione Umbria e dell’Azienda Usl Umbria 2 deve essere adempiuto. Per ora la montagna non è riuscita nemmeno a partorire il classico topolino: le urgenti necessità dei cittadini non possono attendere oltre che il progetto superi le secche di una burocrazia opprimente che, nel nostro “Bel Paese”, nessuna riforma è mai riuscita a debellare.

Il caso dell’Ospedale Comprensoriale di Narni- Amelia ne è ulteriore prova.

Dopo tanti anni di attesa e in una situazione di crescente difficoltà del servizio sanitario a rispondere alla domanda di salute espressa dalla popolazione del territorio riteniamo che i cittadini abbiano il diritto di vedere realizzato il nuovo Ospedale Comprensoriale di Narni- Amelia in località Cammartana e che esso possa e debba costituire l’avvio di una nuova e positiva fase della sanità territoriale.