NewTuscia – BASSANO ROMANO – L’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea a Viterbo e nella Tuscia, in collaborazione con il Comune di Bassano Romano e il Centro Studi Europei e Internazionali, invita la cittadinanza a partecipare alla manifestazione La memoria di Mariano Buratti nella storia dell’antifascismo e della resistenza.

La manifestazione si terrà il giorno 31 gennaio alle ore 18.00 presso la Casa Delle Culture e dei Popoli a Bassano Romano (VT).

All’iniziativa, presentata da Emanuele Maggi e Ugo Pierallini, sindaco e vice sindaco del Comune di Bassano Romano, partecipa Maurizio Ridolfi, professore di Storia Contemporanea all’Università della Tuscia e presidente di Istoreco.

Nell’avviare le sue attività pubbliche a Viterbo e nella Tuscia, Istoreco muove dal paese natale di Mariano Buratti per eleggere l’educatore, il partigiano e il martire della Resistenza come proprio simbolo identitario. L’evento rappresenta un’occasione importante per rileggere l’eredità morale e culturale di Buratti nella prospettiva di collocare i temi dell’antifascismo e della democrazia nella storia della Repubblica e dell’integrazione europea.

La manifestazione sarà arricchita dalla presenza del libro Mariano Buratti. Educatore, Partigiano, medaglia d’oro al valore, scritto da Gerardo Severino ed Enrico Fuselli, i quali condivideranno i temi ed i risultati della loro ricerca, contribuendo a ridestare e tenere viva la memoria storica.

L’evento si rivolge a studenti e docenti, a tutti i cittadini che guardano con passione civile alla storia della nostra democrazia repubblicana.

Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea a Viterbo e nella Tuscia