NewTuscia – ROMA – “Oggi con molto piacere partecipo a quest’evento, organizzato da Aninsei ( associazione nazionale istituti non statali di educazione e di istruzione), in virtù anche di un percorso che abbiamo intrapreso insieme: è fondamentale ascoltare le istanze di chi vive la quotidianità dei vari settori.

L’educazione scolastica è un argomento molto sentito. Dopo la crisi pandemica e quella energetica, ora le nuove problematiche da affrontare riguardano l’aumento del costo del denaro e il calo demografico. Come amministrazione regionale, dobbiamo essere da supporto a chi, come gli istituti non statali, garantisce alle famiglie la libertà di scelta educativa, verso i propri figli. Per questi motivi, dobbiamo rivedere la legge regionale 7 del 2020, e in tal senso è necessario portare avanti il giusto confronto, coinvolgendo anche Aninsei e le varie associazioni. Il fine è quello di cercare di fornire il massimo supporto, tutelando e valorizzando tutti quelle strutture, che portano avanti le proprie attività con serietà e professionalità, al servizio dei ragazzi e delle famiglie”

Lo dichiara il Presidente del consiglio regionale del Lazio, Antonello Aurigemma, che è intervenuto al convegno organizzato da Aninsei, “focus su educazione, scuola e formazione non statale nel Lazio”, che si è tenuto a Roma”