Stefano Stefanini

NewTuscia  – VITERBO – L’ultima puntata della trasmissione Fatti e commenti, condotta da chi scrive, con la collaborazione redazionale del collega Gaetano Alaimo e con la regia di Marco Nicoletti ha avuto come ospiti in studio il presidente del Comitato per la riapertura della ferrovia storica e dei Due Mari Raimondo Chiricozzi e il sindaco di Gallese Danilo Piersanti sulle prospettive turistiche della ferrovia storica Civitavecchia Capranica-Sutri Orte, lo sviluppo turistico culturale della Tuscia e del Centro Italia del Biodistretto e delle comunità energetiche .

Su nostra sollecitazione, Raimondo Chiricozzi ha illustrato l’importanza dal punto di vista turistico della Ferrovia Civitavecchia CapranicaSutri Fabrica di Roma Orte o Ferrovia dei due Mari.

“Il Progetto Treno in Tour” elaborato Comitato per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia CapranicaSutri Fabrica di Roma Orte e per lo sviluppo del territorio di tutto il centro Italia.

Il comitato per la ferrovia CCFO o ferrovia dei due mari, intende in primo luogo evidenziare l’importanza della ferrovia per lo sviluppo del territorio aperta a tutti i servizi Merci, Viaggiatori, Turistico.

1-Servizio Merci in quanto permette il raccordo da Civitavecchia ad Orte e Ancona , quindi la realizzazione del corridoio del Mediterraneo Spagna, Barcellona, Civitavecchia,Orte, Terni, Ancona, Croazia. Permette altresi il raccordo con la grande linea transeuropea TEN T1.

2-Servizio Viaggiatori realizzazione dell’effetto a rete o a maglie. Si ricorda che insistono sulla linea CCFO ben 4 nodi ferroviari: Civitavecchia linea FS tirrenica; CapranicaSutri linea FS FL3 Roma Capranica Viterbo; Fabrica di Roma linea Cotral (ex Roma Nord) Roma piazzale Flaminio, Civitacastellana, Fabrica di Roma Viterbo.

Realizzazione dell’anello ferroviario Circumcimina: a Fabrica di Roma sono raccordate con binari esistenti le due stazioni FS e Cotral; a Viterbo le due stazioni FS sono vicinissime. In passato erano unite da binari ora interrati. E’ possibile comunque ancora raccordare la linea Cotral alla linea FS Attigliano Viiterbo PF e quindi la FL3 Viterbo Capranica Roma, creando l’anello ferroviario. Ciò permetterebbe a più della metà della popolazione della Provincia di Viterbo il raggiungimento per visite ambulatoriali l’unico grande ospedale Belcolle esistente nella provincia.

3-Servizio Turistico. E’ più che mai evidente e l’inserimento della linea nell’elenco della legge 128 lo dimostra, l’importanza che riveste per lo sviluppo del turismo permettendo la visita dei borghi del viterbese , ma anche di tutto il Centro Italia.

Questo documento, pur ricordando l’importanza della riapertura a tutti servizi, prende in esame il possibile servizio turistico. Il comitato per la riapertura della ferrovia Civitavecchia Capranica Orte, presenta allora all’attenzione delle istituzioni ( Parlamento, Governo, Regione Lazio; RFI e Trenitalia; Enti locali: province di Roma e Viterbo, Comuni interessati dalle linee ferroviarie; Stampa ) la proposta di realizzazione di treni turistici finalizzati alla conoscenza del territorio e dei borghi .

Premesso che

– nel recente passato sono stati effettuati, con successo di pubblico, in forma occasionale, servizi ferroviari turistici con materiale storico, in relazione ad eventi di valenza regionale finalizzati alla promozione di eventi sul territorio, in particolare sulla linea ferroviaria FL3 Roma-Capranica-Viterbo;

– sono state effettuate corse di treni turistici che in alcuni casi hanno impegnato la stazione di Capranica ed in particolare hanno visto la giratura della locomotiva a vapore sulla piattaforma girevole presso la stazione, con notevole successo di pubblico e risonanza mediatica sui quotidiani a tiratura regionale. La partenza dei treni turistici è avvenuta dalla stazione ad Alta Velocità di Roma Tiburtina, dando così l’opportunità del servizio ferroviario turistico ad una ampia fascia di cittadini, residenti anche fuori regione;

– la Legge 9 agosto 2017 n. 128, recante “ Disposizioni per l’istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico”, ha ricompreso nel relativo elenco nazionale, la Linea Civitavecchia-Capranica-Orte. Inoltre Fondazione FS ha inserito la linea Civitavecchia-Capranica-Orte nel progetto “Binari senza tempo” tuttavia la Regione Lazio non ha un calendario programmabile di Treni Turistici, attualmente ne vengono organizzati alcuni senza continuità di programma in modo disomogeneo. Inoltre c’è stato l’iscrizione a finanziamento da parte della Regione dell’importo di 350 milioni di Euro per la riapertura nel piano di coesione sociale.

– Il progetto che presentiamo riguarda la definizione del calendario e dell’organizzazione funzionale operativa di 40 treni turistici da svolgere sulle linee ferroviarie.

– I treni turistici sono proposti perché i viaggiatori possano ammirare le diffuse, nel territorio, attrattive culturali e ambientali, assistere e/o partecipare agli eventi sportivi, gastronomici, culturali, religiosi, ambientali e di folclore, anche di interesse nazionale.

Accenniamo soltanto ad alcune località nelle quali insistono emergenze culturali e siti ambientali ed eventi importanti che attraverso i treni turistici possono essere visitati e ammirati.

In tutte le città toccate dalle ferrovie e nelle limitrofe è possibile organizzare collegamenti attraverso altre modalità di trasporto e percorsi per i siti i e i bellissimi borghi visitabili, quali:

Percorsi di MTB, escursionismo, bici, passeggiate, corsa, bici elettrica, bici gravel, cicloturismo, nordic walking, trail e moto trail, cani cross, moto da strada. In alcuni borghi percorsi di alpinismo.

LINEA FERROVIARIA ROMA BRACCIANO, CAPRANICASUTRI, VITERBO

MANZIANA

-Sagra della castagna

-Caldara

-Bosco di betulle

-Bosco Macchia grande

-Ponte del Diavolo

-S.Pupa

-Via Clodia

-Terme di Stimigliano

-Rota

-Monte Virginio

CANALE MONTERANO

-LE ROVINE DELL’ANTICA MONTERANO

-Solfatare

ORIOLO ROMANO

-Castello di Oriolo

-La Mola di Oriolo periodo villanoviano etrusco

-Forum Clodii

-Palazzo Santacroce-Altieri – Villa Altieri

-Museo Oriolo

-Museo della civiltà contadina

-Le Olmate

-Chiesa e convento Sant’Antonio da Padova

-Via Clodia

-Colombario romano

-Faggeta vetusta depressa di Monte Raschio – Patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO

-Sagra del fungo Porcino

BASSANO ROMANO

-Il borgo di Bassano romano

-I mercatini del ‘600

-Le Chiese di Bassano romano

-Villa Giustiniani

-Il Cristo portacroce di Michelangelo

CAPRANICASUTRI

-Piattaforma girevole stazione di CapranicaSutri

-Nella stazione di CapranicaSutri è presente una delle circa 60 piattaforme girevoli italiane ancora funzionante, risalente al 1906, altro raro esempio di archeologia ferroviaria;

-Festa della Madonna delle Grazie

-Festa del Patrono S. Terenziano

-Chiesa Madonna del Piano

-Porta di Sant’Antonio

-Castello degli Anguillara

SUTRI

-Chiesa Madonna del Parto

-Il Mitreo

-Chiesa della Madonna del Carmine

-La Cattedrale di Sutri

-Anfiteatro romano di Sutri

-Necropoli di Sutri

-Catacomba di S.Giovenale

-Villa Savorelli

-Parco dell’antichissima città di Sutri

-Torre degli Arraggiati

VITERBO

-Mura medioevali

-Manifestazione religiosa: il trasporto della macchina di S.Rosa

-Palazzo dei Priori

-Fontana del Giardino dei Priori

-San Pellegrino quartiere medioevale

-Cattedrale S.Lorenzo

-Palazzo dei Papi

-Museo nazionale etrusco

-Rocca Albornoz

-Museo dei Portici

-Museo civico

-Fontane medioevali

-Necropoli di Castel d’Asso

-Necropoli di Norchia

-Scavi di Musarna e Acquarossa

-Chiesa di S.Silvestro

-Chiesa di S. Maria della Nuova

-Bullicame

-Riserva naturale regionale dell’Arcionello

-Viterbo sotterranea

-Tuscia in Fiore

-La via degli artisti

-Biennale d’Arte creativa

FERENTO

-Anfiteatro romano di Ferento

-Le terme romane di Ferento

-Acquarossa

LA QUERCIA

-Basilica della Madonna della Quercia

BAGNAIA

-Villa Lante

SAN MARTINO AL CIMINO

-Palazzo Dora Pamphili

-Abbazia di San Martino al Cimino

-Case a schiera

LINEA FERROVIARIA ROMA TIBURTINA ORTE

ORTE

-Stazione Alta Velocità

-Palazzo Nuzzi

-Palazzo comunale

-Palazzo dell’orologio

-Palazzo Roberteschi

-Palazzo Alberti della Rocca

-Palazzo Alberti in via Garibaldi

-Palazzo Nerei Roberti

-Museo civico comunale

-Porta del Vascellaro

-Cattedrale di S. Maria Assunta

-Orte sotterranea

-Processione del Cristo morto

-Ottava di S.Egidio

LINEA FERROVIARIA CIVITAVECCHIA CAPRANICASUTRI ORTE

E’ prevista la riapertura al servizio, anche turistico in forza della legge 128/2017 che la inserisce nell’elenco allegato

CIVITAVECCHIA

-Porto

-Navi da Crociera

-Forte Michelangelo

-Centumcellae

-Processione di Santa Femina

-Santuario della Madonnina di Civitavecchia

-Chiesa di S.Francesco d’Assisi

-Terme Taurine

-Terme della Ficoncella

ALLUMIERE

-Borgo della Farnesiana

-Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo

-L’Acquedotto di Traiano

MONTEROMANO

-Ponte sul Mignone

-Luni sul Mignone

-Castello di Rocca Respampani

TARQUINIA

-Necropoli dei Monterozzi

-Chiesa di Santa Maria in Castello

-Chiesa Santissima Annunziata

-Chiesa di San Martino

-Palazzo Vitelleschi

-Riserva naturale della salina

-Museo archeologico Nazionale

-Mostra mercato delle macchine agricole

-Sagra del Melone

-DiVino etrusco

-Premio Cardarelli

-Etruria Musica Festival

-Presepe vivente

VEIANO

-Chiesa Santa Maria Assunta

-Sacello funerario Santacroce

-Rocca di Vejano

-ZPS Zona di protezione speciale Tolfetano-Cerite-Manziate

BLERA

-Sentiero etrusco

-Ponte

-S.Giuliano zona archeologica

-Rappresentazione dell’ultima cena, giovedi santa

-Rappresentazione della Passione di Gesù Cristo, venerdì santo

-Pellegrinaggio alla grotta di San Vivenzio

-Sagra del Tartufo

-Museo Gustavo VI di Svezia

-Ponte della Rocca

-Ponte del Diavolo

CIVITELLA CESI

-Borgo di Civitella Cesi

-Castello Torlonia

BARBARANO ROMANO

-Parco naturale Marturanum

-Museo archeologico

-Chiesa del Crocefisso

-Festa della Attozzata

-Castello di Carlo Magno

CAPRANICA ( vedi sopra )

RONCIGLIONE

-Stazione ferroviaria

La stazione ferroviaria di Ronciglione, inaugurata nel 1896 , è considerata la stazione del Cinema, in quanto nel corso del tempo sono state qui girate numerose scene di film anche molto famosi, tra gli altri “la Vita è Bella” di Benigni premiata agli oscar;

Nella sala viaggiatori al pian terreno sono conservate alcune tempere d’epoca assai rare nel panorama delle infrastrutture ferroviarie; è presente in stazione un ricovero locomotive a vapore che necessita però di restauro, una pesa, deviatoi storici e alcuni tronchini ferroviari e che l’insieme dell’impianto ferroviario è oggetto di visita da parte di turisti occasionali;

-Il ponte ad arco in ferro

Il ponte ad arco in ferro stile Eiffel del 1928 poco distante dalla stazione ferroviaria di Ronciglione, lato Orte, è uno dei circa trenta ponti esistenti al mondo di tale particolarità costruttiva, l’unico al mondo che presenta la terza cerniera in chiave detta “mobile” per via del piccolo movimento che su essa i due semiarchi possono compiere. Preso in considerazione che alcuni ponti ad arco in ferro Eiffel nel mondo sono candidati a “Patrimonio dell’Umanità Unesco”. Inoltre ad oggi appare il più recensito sul sito internet TripAdvisor da parte dei turisti che visitano Ronciglione; In aggiunta il Ponte risulta essere il più votato per Ronciglione nella campagna “I Luoghi del Cuore” del “Fondo Ambiente Italia”;

-Faggeta Monte Fogliano

-Carnevale storico Febbraio in occasione della sfilata del Corso di Gala.

-Mille Miglia in occasione della timbratura della corsa storica della Mille Miglia.

-Palio delle barche. Luglio in occasione del palio delle barche al Lago di Vico dove è anche ormeggiata la “scialuppa” restaurata della nave Scuola della Marina Militare Italiana “Amerigo Vespucci”. La Scialuppa “IAN” viene usata dall’equipaggio ronciglionese nelle gare nazionali per equipaggi a 10.

-Palio corse a vuoto agosto in occasione del Palio dei cavalli scossi lanciati per la via principale del paese. La corsa è unica al mondo.

-Presepi Dicembre in occasione delle festività natalizie vengono allestiti numerosi presepi dalle associazioni locali, questo evento è particolarmente sentito anche dai cittadini che si sfidano per il presepio più bello. Si svolge anche una rievocazione storica della natività con veri figuranti presso il Borgo medioevale di Ronciglione.

-Lago di Vico

CAPRAROLA

-Lago di vico

-Palazzo Farnese

-Sagra della nocciola

-Ciocco Fest

-Chiesa S.Teresa

-Chiesa della Madonna della consolazione

-Chiesa S.Michele Arcangelo

-Fontana del Mascherone

FABRICA DI ROMA

-Castello Farnese

-Il busto di Arianna

-Collegiata di S.Silvestro Papa

-Chiesa S.Maria della Pietà

-Sagra del fagiolo

-Festival della birra

FALLERI

VIA AMERINA

CORCHIANO

-Oasi wwf di Pian S.Angelo

-Forre di Corchiano

-Presepe vivente

-Chiesa di S.Biagio

-Chiesa S.Egidio

GALLESE

-Arco di Porta

-Festival di musica antica Marco Scacchi

-Museo e centro culturale Marco Scacchi

-Chiesa S.Agostino

-Duomo

-Piazza Castello

-Palazzo ducale Hardouin

-Le torri

-Ponte ferrovia presso SOCOFER

-Socofer impresa opere in ferro per le ferrovie

CASTEL BAGNOLO

-Rovine del castello

ORTE (vedi sopra )

LINEA FERROVIARIA ANELLO CIRCUMCIMINA

CAPRANICA ( vedi sopra )

RONCIGLIONE ( vedi sopra)

FABRICA DI ROMA ( vedi sopra )

Raccordo tra la linea ferroviaria Civitavecchia CapranicaSutri Orte e la linea ex Roma nord poi Atac ed ora Cotral

Roma piazzale Flaminio Civitacastellana Fabrica di Roma Viterbo PF

VIGNANELLO

-Porta del Vignola

-Castello Ruspoli

-Fontana Barocca

-Chiesa di S.Sebastiano martire

-Chiesa della Madonna del Pianto

-Cunicoli di epoca falisco etrusca

-Festa del Vino novello e dell’olio

VALLERANO

-Santuario di Maria ss.ma del Ruscello e dei donatori di sangue

-Chiesa di S.Vittore martire

-Eremo di S.Leonardo

-Grotte dei Quadratini e dei Finestroni

-Notte delle Candele

-Festa della Castagna

VASANELLO

-Castello Orsini Mascitelli

-Zona archeologica di Palazzolo

-Necropoli dei morticelli

-La Torricella

-Chiesa di San Silvestro

-Museo della ceramica

CANEPINA

-Museo delle tradizioni popolari

-Palazzo Farnese

-Castello Anguillara

-Santuario delle acque

-Santuario dell’arcella

-Sagra dei Maccheroni canepinesi e dei ceciliani

-I castagneti antichi

-Festeggiamenti di S.Corona

SORIANO NEL CIMINO

-Porta del Ponte

-Palazzo Chigi-Albani

-Fontana del Papacqua

-Castello Orsini

-Faggeta vetusta del Monte Cimino

-Porta romana

-Antico borgo della Rocca

CHIA

-Castello di Colle Casale o Torre di Chia o torre di Pasolini

VITORCHIANO

-Borgo di Vitorchiano

-Statua Moai

-Palazzo comunale

-Centro botanico Moutan

-Un’estate di cultura e divertimento

-Chiesa S.Maria Assunta in Cielo

BAGNAIA

-Villa Lante

VITERBO ( vedi sopra)

LINEA FERROVIARIA ORTE MONTEFIASCONE VITERBO

ORTE (vedi sopra)

ATTIGLIANO

-Fontana dei delfini

-Parco di studio e riflessione

-Chiesa S.Lorenzo martire

-Chiesa della Madonna delle Grazie

GRAFFIGNANO

-Castello Baglioni

-Santuario della Madonna del Castellonchio

-Il Santuario di San Leonardo

SIPICCIANO

-Castello di Sipicciano

MONTEFIASCONE

-Lago di Bolsena

-Chiesa di San Flaviano

-Santuario Santa Maria delle Grazie

-Cattedrale di Santa Margherita

-Rocca dei Papi

-Museo dell’architettura

-Festa della Bistecca

VITERBO ( vedi sopra)

FINALITA’ DEL PROGETTO

Il progetto adotta mediante il coinvolgimento dei soggetti istituzionali, privati e associativi di un modello di un Piano Strategico di Sviluppo Territoriale in cui il vettore treno viene portato di volta in volta nelle varie località e comunità che esso tocca e dove sosta.

Il treno turistico oltre che essere il vettore di trasporto vero e proprio diventa esso stesso l’oggetto del turismo. Infatti, i turisti nel 100% dei casi scattano foto al treno, si fanno selfie e in alcuni casi nelle foto coinvolgono addirittura il personale lavorativo in divisa.

Il TRENO IN TOUR è vettore ma anche la finalità stessa per il turista!

Il progetto riguarda la realizzazione di un modello di programmazione e gestione dello sviluppo socio-economico del contesto interessato connotato da una forte innovazione, rapidamente implementabile in diversi contesti socio-culturali-turistici, finalizzato al superamento delle criticità attuali che rendono difficile per una singola associazione di farsi carico dell’esborso dell’affitto a Fondazione Fs del materiale ferroviario turistico. In particolare si mette a punto un prototipo innovativo di interazione tra Istituzioni/Associazioni/Imprese, che abbia il fine ultimo l’interesse lo sviluppo sostenibile delle Comunità locali che spesso ricordiamo sono ai margini dei flussi turistici nazionali ed internazionali.

Il “Dialogo decisionale”, che qui individuiamo nel “Partenariato”, tra i vari “Attori” dei processi: Istituzionali, pubblici e privati. I “Partner” possono essere supportati nella valutazione delle scelte, da modelli. Algoritmi e tecniche di DSS (Decision Support System), sia nell’individuazione degli “Obiettivi Strategici” che nella conseguente scelta dei percorsi di attuazione.

Un altro fattore importante riguarda l’abbattimento della CO2 nel rispetto dei vincoli europei di tutela eco-ambientali al 2030, (benefici valutabili anche e soprattutto economicamente):

a) uso del vettore ferroviario che emette 1/5 di CO2 rispetto alla gomma;

b) integrazione funzionale delle linee ferroviarie esistenti, senza per altro alterarne le loro specificità;

c) numero di km percorsi su vettore eco-sostenibile dei viaggiatori turisti;

d) minori tempi di attesa e traffico sulle strade per i viaggiatori, l’uso della “ferrovia libera tracce su gomma”.

Quanto al grado di innovazione, questo si traduce nella predisposizione di un’offerta turistica dedicata non solo ai grandi flussi di traffico turistico Fiumicino-Roma e Civitavecchia-Roma con sempre la capitale a destino di ogni scelta dell’offerta turistica ma anche e soprattutto a servizio di alternative turistiche molto interessanti ma poco conosciute per la visita delle città d’arte, dei beni ambientali, naturali e paesaggistici del Lazio.

Si vuole sviluppare in concreto il modello di partenariato secondo uno schema pubblico-privato: si prevede, pertanto, la redazione di un Piano Economico Finanziario (PEF) per gli eventi attesi e programmabili annualmente, attraverso il coinvolgimento dei vari soggetti istituzionali, pubblici, privati e associativi secondo una logica cooperativa per il massimo rendimento della proposta finale che sarà da considerare un’offerta annuale turistica programmata, omogenea e replicabile.

Tale modello, infatti, risulta essere replicabile, anche in parallelo, con altri progetti su infrastrutture ferroviarie minori nel Lazio: Priverno-Terracina, Formia-Gaeta, Roma Fiumicino-Città, Civitavecchia-Città e nel resto d’Italia.

Potenziali Utilizzatori

La maggioranza dei viaggiatori che usufruiscono dei treni turistici sono di solito provenienti da un bacino che di solito ricalca la base regionale. Nel caso del nostro progetto “Treno in Tour” la partenza dei treni turistici viene posta dalle stazioni ad Alta Velocità di Roma Tiburtina ed Orte questo permette di allargare notevolmente la platea dei potenziali utilizzatori che sarà addirittura posta su scala nazionale. Infatti Roma Tiburtina è facilmente raggiungibile da nord e da sud con tempistiche molto ridotte e compatibili con la coincidenza dell’orario di partenza del treno turistico. Si ha, anche, il vantaggio di arrivare con un mezzo trasportistico a basso impatto ambientale e sostenibile.

Con la riapertura della linea dei due Mari Civitavecchia Capranica Fabrica di Roma e quindi Terni Ancona è possibile la creazione di turismo dal territorio che può giungere a Civitavecchia per l’imbarco sulle navi crocieristiche e diretto al territorio della provincia compresa la città di Viterbo e di tutta l’Italia Centrale.

Inoltre, tale proposta contiene anche un elemento di innovazione infatti sarebbe l’unica proposta turistica su treno con partenza da stazioni ad alta velocità in Italia.

FERROVIA DEI DUE MARI