NewTuscia – VITERBO – Una grande prestazione di tutti i giocatori biancostellati, una lettura tecnica perfetta ed un pubblico da brividi: sta tutta qui la sesta vittoria consecutiva della WeCOM-Ortoetruria, questa volta colta contro una corazzata come la capolista Virtus Roma 1960, superata negli ultimi secondi di gara ed agganciata al vertice della classifica.

Una partita vibrante, giocata con la tecnica dei protagonisti in campo e sui nervi di due squadre dotate di due ottimi roster, capaci di lottare punto a punto per 40’ durante i quali si sono visti un paio di reciproci tentativi di allungare, immediatamente ricuciti dalla capacità di entrambe le contendenti di non mollare mai.

I padroni di casa partono con Meroi, Giannini, Bantsevich, Price, Vigori e Roma risponde con Whelan, Petrucci, Rocchi, Banach e Valentini. Alla fine del primo quarto la Stella conduce per 18-10 grazie ad una difesa asfissiante su ogni pallone che mette in difficoltà le trame di gioco avversarie e sfrutta la qualità di Vigori sia nel pitturato che nel tiro da fuori.

Tonolli chiede ai suoi di alzare i ritmi di gioco e la Virtus cambia marcia. Dopo il massimo vantaggio di Viterbo con Giannini (21-12), che mantiene un distacco sempre sui 5 punti fino a 3’ dal riposo lungo, Whelan sale in cattedra e guida i suoi ad un break importante che chiude metà gara sul 38-35 per i capitolini.

Segnano Price e poi Banach ed una tripla di Meroi pareggia i giochi (40-40). Fino a 90” dalla fine il match si sviluppa punto a punto, ma la difesa forte della Stella con Casanova e la freddezza di  Cittadini e Price dalla carità portano la Stella sul 54-47 alla terza sirena. Bertini in apertura ridà il +9 alla WeCOM-Ortoetruria, ma prima Giacomi e poi due triple di Petrucci e Zoffoli riportano la gara sul 58 pari a 4’ dalla conclusione. Segnano Giannini e Bertini e poi Banach, ma un tiro dall’arco di Petrucci ed una penetrazione di Frisari mandano gli ospiti sul +1 (64-65). Mancano 10” ed una splendida entrata di Price porta i biancostellati sul 66-65 con soli 2” da giocare. Tonolli chiama timeout, ma sul passaggio dalla rimessa di Whelan, Banach sbaglia la correzione a canestro sul suono dell’ultima sirena.

Esplode il PalaMalè con i suoi oltre 1200 tifosi stellati a festeggiare sulle note di “Azzurro” un successo fatto di voglia, carattere e tanta qualità espressi in campo da un roster magnifico.

La Stella raggiunge così la prima posizione in classifica agganciando Supernova, Virtus Roma e Palestrina e si gode un momento splendido a fianco dei propri supporters.

Ma da martedì si torna subito a lavorare duramente in palestra per preparare la trasferta di domenica a L’Aquila.

WeCOM-ORTOETRURIA STELLA AZZURRA VT 66: Price 10, Giannini 15, Cittadini 12, Bertollini ne, Comastri ne, Vigori 9, Bertini 6, Meroi 3, Taurchini, Casanova 2, Bantsevich 9. Coach: U. Fanciullo. Ass.te: J. Vitali

VIRTUS GVM ROMA 1960 65: Banach 6, Petrucci 15, Whelan 14, Frisari 4, Valentini 11, Zoffoli 8, Pellegrinotti ne, Salomone ne, Rocchi 3, Giacomi 4, Fokou ne. Coach: A. Tonolli. Ass.ti: U. Zanchi, E. Blasi.

Parziali: 18-10/17-28/19-9/12-18

Rimbalzi: Cittadini 5, Vigori, Meroi, Bantsevich, Whelan e Valentini 4

Assist: Whelan 6, Vigori e Banach 2