NewTuscia – CIVITAVECCHIA – Un grande appuntamento di sport per sabato 18 novembre alle ore 15,00 la palla ovale protagonista e tanti bravi tra giocatori che hanno appeso al chiodo da poco le scarpe e saltuariamente le staccano dal muro e vecchietti che si contendono una palla dalla forma oblunga.

Si gioca a Rugby per amore dello sport e dei suoi valori, per l’ideale di battersi al massimo delle proprie possibilità senza dimenticare di rispettare regole e avversari, per la convinzione che tutto ciò che avviene all’interno del rettangolo verde finisce quando il cronometro dell’arbitro raggiunge gli ottanta minuti e ci si dà appuntamento per il terzo tempo.

A sfidarsi saranno: ” Triari Urbe Rugby, Old Rinos Rugby Nuovo  Salario,  Old Rugby Frascati, US Avezzano Rugby/Gran Riserva Roma Rugby e gli Old Civitavecchia.

E poi questo terzo tempo sempre molto atteso , tra un boccale di birra e un piatto succulento, l’emblematico ultimo atto della partita ricuce quello che una mischia e un placcaggio avevano strappato, riconcilia le squadre che si sono battute in campo ma con l’immancabile sfotto con gli avversari ma soprattutto con i compagni di gioco.

Due manipoli di corpulenti giocatori si contendono una palla ovale.

Non ci si preoccupa se si riceve qualche spintone o se qualcuno  abbraccia con forza  mentre ci si involate verso la meta: alla fine della contesa, durante il terzo tempo, ogni contrasto viene dimenticato davanti ad una buona birra e facendo amicizia con chi in campo è stato avversario.

Al termine ci sarà il tradizionale Terzo Tempo con tanto divertimento e consueti sfottò. Il Memorial Guerrino Buso – Massimo D’Angelo nasce dalla volontà degli amanti della palla ovale nel ricordare giocatori che hanno contraddistinto il gioco del Rugby biancorosso.

Così Michele Panetta, Presidente degli Old Rugby Civitavecchia: “Il 18 Novembre si rinnoverà al Moretti Della Marta l’ennesimo torneo intitolato a Sergio Buso e Massimo D’Angelo. Per tutti i vecchi rugbisti sarà l’occasione di rinnovare il ricordo di Sergio e Massimo, esempi di attaccamento alla squadra e di impegno sportivo.E voglio qui ricordare che il Rugby è uno sport “per sempre” perché basato sui principi di rispetto degli avversari e sulla lealtà in campo, valori che restano in ogni giocatore fino a continuare questo sport, anche in età avanzata quindi come old: continuare a giocare per stare insieme, magari giocando pochi minuti, e comunque partecipando al terzo tempo, avversari compresi, per ritrovarsi a smaltire le fatiche sul campo davanti a un buon piatto e un bicchiere di birra…”.

Gli Old, promotori dell’evento, seguono la tradizione creata come appuntamento annuale, per avvicinare appassionati allo Sport del Rugby.