NewTuscia – COLLALTO SABINO – Il Comando Provinciale Carabinieri di Rieti ha avviato una campagna informativa in favore dei cittadini, in special modo anziani e appartenenti alle c.d. “fasce deboli”, al fine di prevenire furti e truffe. Tali reati risultano particolarmente fastidiosi non solo per gli ingenti danni patrimoniali talvolta riportati dalle vittime ma anche perché, nel corso degli stessi, viene violata l’intimità domestica da parte di malfattori capaci di introdursi con agilità nelle abitazioni altrui.

Nell’ambito di questa attività, il Maresciallo Capo Marco Azzarello, Comandante Interinale della Stazione Carabinieri di Cantalice, con l’ausilio dei suoi collaboratori, ha incontrato i cittadini nel corso di due incontri che si sono svolti nella Chiesa di San Felice e in quella di San Liberato.

Nel corso di tali eventi, svolti anche alla presenza di rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, i militari hanno fornito vari consigli per prevenire furti e truffe illustrando le modalità più utilizzate dagli autori di tali reati per carpire la fiducia delle persone (simulazioni sinistri stradali, truffe telefoniche, truffe mediante SMS o email ecc..). La cittadinanza è stata poi invitata a segnalare prontamente ai Carabinieri eventuali mezzi o persone sospette. Al termine degli incontri, il Maresciallo ha risposto a domande e quesiti degli uditori, fornendo suggerimenti e regole pratiche per ridurre quanto più possibile il rischio di rimanere coinvolti in tali reati.

I cittadini hanno partecipato con viva curiosità e interesse all’incontro durante il quale è stato anche consegnato il volantino “Difenditi da truffe e furti”, realizzato dal Comando Provinciale Carabinieri di Rieti, per fornire un utile e ulteriore vademecum scritto finalizzato alla prevenzione di questi odiosi reati.