NewTuacia – VITERBO – Sabato 1 ottobre, con una mattinata dedicata al “mondo delle zucche” presso l’Azienda Agraria “Nello Lupori”, si è chiusa l‘edizione 2023 dell’ormai tradizionale “Festival della scienza e della ricerca” dell’Università della Tuscia che ha visto la partecipazione di numerosi ricercatori e ricercatrici che hanno animato i diversi eventi, tutti molto apprezzati dal pubblico. Molto suggestiva, come sempre, la “Notte europea dei ricercatori e delle ricercatrici” durante la quale tutte le realtà dell’Università della Tuscia si sono rese disponibili nei vari stand appositamente predisposti e hanno accolto adulti e bambini.

“Ancora una volta abbiamo potuto vedere giovani, adulti, bambini e bambine riempire aule, sale, e chiostri e gli altri luoghi ove si sono svolti gli eventi del festival, per conoscere il mondo della ricerca e di chi vi lavora” dichiara con entusiasmo Ines Delfino, delegata del Rettore al coordinamento delle iniziative del festival, precisando che “quasi 2000 persone hanno partecipato agli eventi del festival nonostante alcuni eventi tradizionalmente ad alta partecipazione si terranno in seguito”.

Esprime soddisfazione anche il Rettore, Stefano Ubertini, che ringrazia in particolare i docenti e le docenti delle scuole che come sempre hanno dato un importante contributo a coinvolgere studenti e studentesse nelle diverse iniziative, canale fondamentale per dialogare con i cittadini.

La novità di quest’anno è che il Festival continuerà con eventi speciali anche oltre il tradizionale periodo. Tra gli altri è previsto un appuntamento con esperimenti dimostrativi in compagnia di studenti e studentesse delle scuole che vorranno partecipare, sotto la guida dei e delle loro docenti, per condividere esperienze, metodi, attività e contagiare tutti con la passione scientifica ed un appuntamento con taglio “internazionale” che vedrà protagonisti anche gli studenti e le studentesse che da altri Paesi hanno scelto l’Ateneo della Tuscia per costruire il loro futuro.

L’ appuntamento è per gli eventi speciali dell’edizione 2023, sui quali è possibile richiedere ulteriori informazioni scrivendo a festivalscienzaericerca@unitus.it.