IL CICLO DI INCONTRI È ORGANIZZATO DALLE UNITÀ OPERATIVE DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE E DI PEDIATRIA, CON IL COINVOLGIMENTO DELLA NEUROLOGIA DI BELCOLLE

newTuscia – VITERBO  – Domani, 23 settembre, presso il Centro culturale di Valle Faul, si terrà il secondo appuntamento dedicato agli aggiornamenti in Neurologia pediatrica. Gli eventi sono promossi dalla Neuropsichiatria infantile della Asl di Viterbo, nello specifico dal dottor Alessandro Capuano, e dalla Pediatria dell’ospedale Belcolle, attraverso la dottoressa Daniela Maiorani e coinvolgono anche l’unità operativa di Neurologia dell’ospedale viterbese.

Nell’ottica di un continuum fra età evolutiva ed età adulta, durante il convegno si affronterà la tematica dei disturbi del sonno che rappresentano una condizione patologica molto frequente, sia in età evolutiva che in età adulta. L’evento tratterà le principali patologie correlate al sonno in età evolutiva, i disturbi del sonno come comorbidità nei disturbi del neurosviluppo, cercando di dare indicazioni operative sul corretto inquadramento diagnostico e sul corretto approccio ai trattamenti attualmente disponibili.

“In età pediatrica – commentano Capuano e Maiorani -, si tende a dare scarsa importanza alle conseguenze che può comportare un’alterazione del normale ritmo del sonno sul neurosviluppo sin dai primi mesi di vita. L’insonnia, i risvegli notturni, le parasonnie sono di frequente presentazione clinica, sia per il pediatra che per lo specialista neurologo, e il loro inquadramento clinico e il trattamento è fondamentale per migliorare la qualità di vita dei pazienti e per favorirne lo sviluppo. Altri disturbi, come la narcolessia, o i disturbi correlati a patologie ostruttive e respiratorie, coinvolgono più professionisti in un imprescindibile approccio multidisciplinare”.

Già lo scorso 20 maggio si era tenuto il primo appuntamento del ciclo di incontri di aggiornamento sulla Neurologia pediatrica, dal titolo “Percorsi clinici e terapeutici in epilessia dell’età pediatrica e nella transizione all’età adulta”. Il corso ha visto la partecipazione di esperti epilettologi dei centri di riferimento per l’epilessia (Gemelli, Ospedale Bambino Gesù).

Questo primo ciclo di incontri di aggiornamento si chiuderà il 3 febbraio con un evento che avrà come titolo “Le cefalee in età evolutiva e nell’adulto: inquadramento diagnostico e nuove prospettive terapeutiche”.