NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

“Non saranno certo le minacce e gli insulti che arrivano a Giorgia Meloni dai trafficanti di esseri umani, a fermare l’azione del premier e del governo contro l’immigrazione clandestina. C’è invece da preoccuparsi e non poco perché, insieme a persone disperate e vittime di scafisti senza scrupoli, è evidente che sono pronti a partire per l’Italia anche pericolosi personaggi, il cui obiettivo non è di essere aiutati ma speculare sulla disperazione degli altri e magari infoltire la schiera di delinquenti presenti nelle nostre città, non di rado protagonisti di episodi di violenza. Una realtà che spesso cozza con la narrazione buonista che la sinistra intende propagandare per giustificare la scellerata linea dell’accoglienza senza limiti. A Giorgia Meloni rinnovo la mia solidarietà e vicinanza, mentre è bene non abbassare la guardia e rafforzare i controlli contro gli scafisti e verso chi illegalmente è presente nel territorio italiano”.

Lo afferma l’europarlamentare di Fratelli d’Italia, Nicola Procaccini, copresidente del gruppo dei conservatori al Parlamento europeo, dopo le notizie delle minacce a Giorgia Meloni e sua figlia, riportate oggi dai media.