Stefano Stefanini

NewTuscia  – ORTE E’stato recentemente approvato il progetto “Orte sicura”, programma che mira al potenziamento della presenza e delle attività della Polizia Locale sul territorio comunale.

Il progetto prevede attività suppletive diurne e serali che il personale in forza nel Comando svolgerà oltre il normale turno di lavoro.

Questo consentirà di non perdere forza lavoro sul territorio nei turni ordinari, garantendo, in ogni caso, l’espletamento dei vari servizi.

Il progetto, e’ finanziato con le risorse aggiuntive del fondo del salario accessorio e prevede molteplici aree d’intervento:

– controlli anagrafici per accertare le effettive presenze e contrastare fenomeni di illegalità;

– sicurezza urbana con attività di prevenzione in sinergia con le altre forze di Polizia;

– controlli di sicurezza stradale con l’istituzione di posti di blocco nei punti nevralgici della città;

– implementazione della presenza del personale del corpo di Polizia Locale in fascia oraria serale e notturna e durante lo svolgimento di manifestazioni ed eventi;

– controllo dei veicoli abbandonati e controllo del commercio abusivo.

Oltre alle suddette attività verranno organizzate anche delle giornate di “educazione stradale ed al decoro urbano”, presso le scuole del nostro comune.

Con questo progetto si intende raggiungere l’obiettivo dell’incremento della sicurezza integrata, sviluppando una fattiva collaborazione con le altre forze di Polizia presenti sul territorio, con la finalità di perseguire e, prima ancora, scoraggiare, condotte antigiuridiche con forti connotazioni di pericolosità sociale. #OrteSicura. #sicurezza #polizialocale.

Più volte l’Associazione dei comuni italiani Anci ha ribadito l’auspicio per la Polizia Locale di continuare a svolgere con professionalità e passione il servizio di prossimità ai cittadini, per garantire sicurezza e senso della comunità”. Così il presidente dell’Anci, Antonio Decaro si era espresso in una lettera inviata a tutti i sindaci italiani, in occasione della festa del patrono San Sebastiano martire, per ringraziare gli oltre 60.000 agenti delle Polizie locali italiane del loro impegno quotidiano.

Nella missiva Decaro ricordava innanzitutto come le Polizie locali, anche per le trasformazioni avvenute in questi ultimi anni a seguito della pandemia, hanno continuato a rappresentare uno straordinario presidio di prossimità dal Nord al Sud del Paese, oltre ad essere parte fondamentale dell’attività delle comunità locali.

Il presidente Anci ha tracciato un bilancio sulle attività istituzionali, sempre più numerose e diversificate, come evidenzia il Rapporto annuale dell’Associazione: dai controlli coordinati alla gestione dei sistemi di videosorveglianza, allo sgombero di edifici abusivamente occupati, al contrasto al degrado e allo spaccio di stupefacenti e ai nuovi fenomeni con quello delle baby-gang; senza dimenticare gli interventi di polizia stradale che continuano a rappresentare la tradizionale primaria attività sul territorio, con una copertura dei sinistri di oltre il 65percento.

Decaro rileva infine la necessità di rafforzare i Corpi di Polizia locale, considerato il ruolo centrale assunto in misura crescente e ribadisce che la legge n. 65/1986 richiede modifiche per fornire risposte alle esigenze degli operatori e dei cittadini; in questo senso ha assicurato che l’impegno dell’Anci sarà di proseguire nel dialogo, già avviato negli ultimi anni, con Governo e Parlamento (dalla legge n. 48/2017 sino alla legge n.132/2018) in un’ottica migliorativa degli strumenti esistenti e con l’adozione di alcuni decreti attuativi tutt’ora attesi, a partire da quello fondamentale sull’ampliamento delle possibilità di accesso al Ced Interforze nonché di semplificare l’accesso alla banca dati della motorizzazione.