NewTuscia – VITERBO – Il 2^ Torneo contro la violenza sulle donne e i bambini si è concluso con la vittoria dell’Academy Nettuno sulla squadra di casa della Stella Carni Viterbo baseball.

La rassegna, svoltasi sul diamante “G.Massini” di Viterbo, è stata una tre giorni di intenso baseball dove le 5 squadre partecipanti hanno dato vita a una serie di bellissimi incontri di baseball e dove i ragazzi nello spirito del torneo sono “stati avversari sempre e nemici mai”.

Le 5 squadre partecipanti oltre , come detto, a dare vita a bellissime partite, nel tempo libero hanno fraternizzato tra loro, dimostrando come lo sport, se si vuole, possa essere un veicolo di amicizia e di rispetto.

Venerdì e sabato si è svolto il girone di qualificazioni che permetteva l’ acceso alle finali di domenica, girone che ha visto al primo posto il Viterbo, seguito dall’Academy Nettuno, che si sono guadagnati il posto in finale, mentre Etruscan Fighters, arrivata terza ha poi incontrato il BSC Grosseto, uscito vincente dalla semifinale con  la Roma Brewers per 5 a 4.

La finale per il terzo posto è stata vinta dagli Etruscan Fighters che hanno sconfitto i cugini del BSC Grosseto per 5 a 0.

Nel pomeriggio si è disputata la finalissima tra il Viterbo baseball e l’Academy Nettuno. Partita bellissima e tiratissima, che ha visto i ragazzi di Nettuno primeggiare con il punteggio di 4 a 2.

I nettunesi partono forte e al secondo inning, grazie a tre valide e qualche errore di troppo della difesa viterbese segnano, 4 punti. La Stella Carni reagisce immediatamente e nell’attacco successivo segna due punti. Dal terzo inning le difese delle due squadre danno spettacolo e per i rimanenti tre inning nessuna delle due squadre segna punti. E’ stata una grande partita di baseball, giocata dall’Academy con più convinzione, che li ha portati ad una meritatissima vittoria.

Al termine del Torneo, i ragazzi sono stati premiati dalle autorità presenti, tutte impegnate in prima linea nel contrastare la violenza di genere e visto il tema, non hanno voluto far mancare il loro supporto. Infatti tutti, dall’Assessore ai Servizi Sociali Patrizia NOTARISTEFANO, alla Responsabile del Centro Antiviolenza Penelope di Viterbo, Marta NORI e al rappresentante della Questura di Viterbo, Commissario Capo Roberto COLETTA, hanno espresso parole di elogio alla società per aver organizzato un torneo dedicato al contrasto della violenza di genere, in un connubio tra sport e sociale. Torneo che oltre alla parte agonistica ha avuto anche quella educativa, cioè di far partecipi giovani ragazzi, che il contrasto alla violenza sulle donne e sui bambini, può essere contrastata e sconfitta anche da loro, con un cambiamento culturale radicale con il motto “avversari sempre, nemici mai!“, e che lo sport può e deve essere uno strumento per contrastare ogni forma di discriminazione e violenza e che sia strumento di crescita sociale e di contrasto alla violenza di genere.

Infine, per la cronaca, come è d’uso nel baseball, essendo uno sport di statistiche, sono stati premiati i migliori giocatori di ogni categoria, con le migliori statistiche e i ragazzi di Viterbo sono risultati tra i migliori:

BERTOLLINI Alessandro (Viterbo Baseball): Miglior battitore del Torneo;

TONTINI Christian (Viterbo Baseball): Miglior lanciatore del Torneo;

FORTUNATI Alessandro (Viterbo Baseball): Miglior Difensore del Torneo;

NARDO’ Andrea (Academy Nettuno): MVP Miglior giocatore della finale