NewTuscia – RONCIGLIONE – Riceviamo e pubblichiamo.

“La ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte costituisce una grande opportunità di sviluppo per il territorio e la Regione, sotto il profilo sociale, economico e turistico. La sua graduale riattivazione è senza dubbio, in un’ottica di trasporto intermodale e sostenibile, la chiave d’accesso della transizione ecologica. Perché, considerati i nodi di scambio con altre linee, tra cui l’ex-concessa Roma-Civita Castellana-Viterbo alla stazione di Fabrica, permette di realizzare quell’effetto rete, vitale per aumentare la domanda di offerta su ferro e rendere accessibili numerosi comuni nella Tuscia, oltre ad accrescere l’interconnessione col porto di Civitavecchia, terzo nel Mediterraneo per traffico merci. Vederla in questo stato penoso, totalmente abbandonata, assediata dal degrado, è un oltraggio all’intelligenza, date inoltre le cospicue risorse pubbliche spese prima della chiusura”.

È quanto dichiara in una nota il Presidente dell’Associazione TrasportiAmo David Nicodemi che, nella giornata di ieri, martedì 27 giugno, ha partecipato al convegno tenuto a Ronciglione, promosso dal Sindaco Mario Mengoni, dal Presidente del Comitato per la Riapertura della Ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte Raimondo Chiricozzi, dal Segretario generale del CIFI Valerio Giovine e dal Presidente dell’Osservatorio Regionale sui Trasporti Andrea Ricci, con il Patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

“Abbiamo apprezzato l’attenzione espressa sia dal Ministro Matteo Salvini e dal suo consigliere Davide Bordoni, nel messaggio letto dal vice sindaco del Comune di Barbarano Romano, Giovanni Congedi, sia dall’assessore ai trasporti della Regione Lazio Fabrizio Ghera, rappresentato al convegno dal suo segretario particolare Giovanni Ottaviano, specie quando quest’ultimo ha evidenziato, tra le varie realtà trasportistiche, quella del turismo ferroviario, come forma di cultura e crescita del territorio, argomento che noi condividiamo da tempo con forza. Sostegno arrivato anche dal Presidente del Consiglio regionale Antonello Aurigemma e dal capogruppo Lega in Regione Laura Cartaginese, la quale ha inviato una lettera di apprezzamento e supporto al Presidente Chiricozzi”.

“Alla luce della semplificazione attuata sul Codice degli appalti, voluta dal Governo e, in particolare dallo stesso Ministro Salvini, il ripristino della ferrovia si candida come vantaggiosa applicazione delle nuove regole. Ma il primo passo, veramente utile, sarebbe l’istituzione di un tavolo tecnico in Regione, che si occuperà della finalizzazione della finalizzazione della ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte. Salutiamo con affetto e stima Raimondo Chiricozzi per il suo instancabile lavoro e per la riuscita del convegno. Ora aspettiamo passi in avanti concreti”.