NewTuscia  – BORGOROSE – Carabinieri delle Stazioni di Borgorose e Antrodoco hanno tratto in arresto un quarantenne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel cuore della notte, per l’ennesima volta, l’uomo ha aggredito gli anziani genitori tra le mura domestiche e la madre ha chiesto aiuto al 112, Numero Unico di Emergenza europeo.

Su attivazione della Centrale Operativa della Compagnia di Cittaducale, i Carabinieri delle Stazioni di Borgorose e Antrodoco sono immediatamente intervenuti in soccorso alla richiedente.

Il giovane, in evidente stato di agitazione, dopo aver distrutto vari oggetti all’interno della casa, alla vista dei Carabinieri si è scagliato contro di loro colpendoli con dei calci, ma la professionalità degli operanti ha consentito di immobilizzarlo, rendendolo innocuo ed evitando che la situazione degenerasse.

Ristabilita a fatica la calma nell’appartamento e tranquillizzate le vittime, i militari sono riusciti a ricostruire l’accaduto, scoprendo che quello non era il primo episodio di violenza tollerato dalla coppia che si vedeva, da tempo, costretta ad arginare la furia incontrollabile del figlio.

L’uomo è stato tratto in arresto e ristretto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Rieti.

Si dà atto, come di consueto, che il procedimento è ancora nella fase delle indagini preliminari e che eventuali responsabilità penali saranno valutate dall’Autorità Giudiziaria.