NewTuscia – ROMA – Dal 2 giugno, Festa della Repubblica, anche a Viterbo il Partito della Rifondazione Comunista (Sinistra Europea) – Unione Popolare avvia una campagna per una legge di iniziativa popolare sul salario minimo di almeno 10 euro all’ora. Saremo in piazza con i nostri banchetti per la raccolta firme – ma sarà possibile firmare anche recandosi presso gli Uffici del Comune. Il salario minimo esiste in gran parte dei Paesi europei: perché da noi no? In Italia il potere d’acquisto degli stipendi si riduce ogni giorno, anche a causa dell’inflazione: perché centrosinistra e centrodestra hanno sempre ostacolato questa semplice norma di progresso sociale? Noi proponiamo un’indicizzazione automatica del salario minimo, nel rispetto dei Contratti di categoria che non devono scendere mai sotto tale cifra. La nostra è una proposta concreta contro l’impoverimento dilagante e per il rispetto della Costituzione che impone una retribuzione “sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”. Non solo. A Viterbo aderiamo anche alla campagna “Riprendiamoci il Comune” promossa da ATTAC Italia, e insieme ad altri soggetti raccogliamo le firme per altre due leggi di iniziativa popolare, con l’obiettivo di rilanciare l’iniziativa dei Comuni (con la riforma della finanza locale e il ritorno di Cassa depositi e prestiti), affinché questi, attraverso i necessari percorsi di democrazia partecipata, tornino ad essere i veri protagonisti della vita sociale, economica e ambientale dei nostri territori. Per questo motivo giovedì prossimo, 8 giugno, saremo anche noi alle 17.30 al Circolo ARCI “Il Cosmonauta” (via dei giardini, 11, quartiere Pianoscarano), per presentare queste due proposte di legge, con la partecipazione del coordinatore e promotore nazionale Marco Bersani.

I lavoratori devono poter vivere bene, e le città in cui abitano devono poter tornare a svolgere un ruolo attivo. Per i diritti sociali, e per un protagonismo dei Comuni, Rifondazione Comunista-Unione Popolare c’è, anche a Viterbo.

Partito della Rifondazione Comunista – Unione Popolare Viterbo