NewTuscia – VITERBO – Premiati questa mattina, nella sala Regia di Palazzo dei Priori, gli studenti partecipanti al progetto didattico “Green Influencer”. Ad aggiudicarsi il premio di miglior riciclo creativo è stata la scuola primaria Canevari, quello per il miglior video la scuola primaria Ellera e quello per il miglior riciclo originale la scuola secondaria di primo grado Fantappié.

Grande successo per la giornata conclusiva di premiazione dell’iniziativa, ideata e promossa dal Comune di Viterbo e Viterbo Ambiente, che ha coinvolto, nei mesi scorsi, moltissimi alunni delle scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale. La premiazione ha visto l’intervento della consigliera comunale delegata all’educazione e al rapporto con le scuole Rosanna Giliberto e la presenza di dirigenti scolastici e insegnanti delle scuole del territorio.

 “È stato un onore premiare le bambine e i bambini, le ragazze e i ragazzi delle scuole Canevari, Ellera e Fantappié che hanno dimostrato con i loro lavori creatività, capacità di pensare in modo innovativo a tematiche quali la sostenibilità e l’economia circolare – ha sottolineato la consigliera Giliberto -. Auspico che il prossimo anno il progetto possa allargarsi a più scuole possibili e ringrazio Viterbo Ambiente per lo spessore dell’iniziativa”.

“Il progetto è stato pensato come un vero e proprio invito rivolto ai più giovani per far sentire la loro voce – sottolinea la sindaca Chiara Frontini – come degli autentici portavoce di messaggi positivi per l’ambiente, per dare il buon esempio e “influenzare” la comunità circostante”.

Negli ultimi anni è infatti cresciuta l’attenzione verso le tematiche ambientali, grazie al quotidiano flusso di informazioni e alla condivisione di messaggi di sensibilizzazione riguardanti la tutela del nostro pianeta. Informazioni che hanno contribuito a un cambiamento delle nostre abitudini orientandoci sempre più verso scelte più green ed ecosostenibili.

“In questo panorama premiare la figura dei Green Influencer, ovvero persone sensibili alla causa ambientale che attraverso le loro azioni promuovono le buone pratiche di riciclo – aggiunge e conclude la sindaca Frontini – è un gesto per dimostrare quanto questi giovani siano sempre più al centro del dibattito e fondamentali per orientare ed educare la comunità ad una maggiore sostenibilità”.

Il progetto ha offerto agli studenti la possibilità di realizzare video, slogan, cartelloni, foto divertenti o elaborati di riciclo creativo, con consigli utili per promuovere e diffondere le buone pratiche di riciclo e raccolta differenziata. Ogni scuola ha infatti potuto scegliere il supporto su cui realizzare il proprio elaborato: video realizzato da cellulare, con tik tok o reel, foto, cartelloni, disegni, elaborato di riciclo creativo, eccetera.

Durante la mattinata gli elaborati creativi sono stati premiati con un premio in denaro da utilizzare nei diversi istituti scolastici.