NewTuscia – MONTALTO DI CASTRO – Nel Consiglio Comunale di martedì 30 maggio, con i soli voti della maggioranza, sono state approvate le tariffe dell’IMU e dell’IRPEF per l’anno 2023.

«Con grande senso di responsabilità abbiamo diminuito l’aliquota IMU per i terreni agricoli riportandola al 7,6 per mille che è l’aliquota che era stata precedentemente approvata dalla Giunta Caci, azzerando quindi l’ulteriore aumento che siamo stati costretti ad applicare per garantire gli equilibri di bilancio – afferma il Sindaco Emanuela Socciarelli -. Abbiamo, inoltre, diminuito l’addizionale IRPEF per 5446 nuclei familiari, ossia per tutti i lavoratori che hanno uno scaglione di reddito inferiore ad euro 28mila».

Il Consiglio Comunale, inoltre, ha ripercorso l’andamento dell’anno 2022, ricordando il bilancio previsionale approvato a maggio 2022, la diminuzione del gettito IMU dell’Enel di oltre 1,6 milioni accertata a luglio e il forte incremento dei costi energetici e del gas, nonché tutte le misure adottate per garantire comunque i servizi ai cittadini.

Il Sindaco, altresì, ha ricordato che l’Amministrazione ha destinato 400mila euro per l’adeguamento del depuratore di Pescia Romana e che i lavori sono a buon punto, che sono state reperite le risorse per ripristinare l’impianto di potabilizzazione di Pescia Romana e per sostituite le pompe dei sollevamenti idrici che garantiranno il corretto funzionamento della rete fognaria, nonché per l’efficientamento dei plessi scolastici.

Il bilancio, quindi, ha chiuso con un risultato positivo di gestione «con la chiusura della gestione promiscua del 2022, e l’approvazione del bilancio previsionale che sottoporremo al Consiglio tra pochi giorni – conclude il Sindaco – si chiude la prima fase della gestione della mia maggioranza e abbiamo posto le basi per realizzare il programma per il quale siamo stati eletti».