NewTuscia – VITERBO – Festival nazionale dell’educazione emotiva, proseguono gli appuntamenti dell’evento promosso dal Comune di Viterbo – assessorato alla cultura e all’educazione, in collaborazione con Emotional training center e Fondazione Carivit. Domani 26 maggio la giornata si aprirà alle ore 9 sempre presso via Faul 20, con il convegno svolto dai bambini per i bambini, dal titolo L’educazione all’empatia, al quale interverranno Mariagrazia Mari, Mirko Di Prospero e i bambini di School Empaty Project. Seguirà alle 11 la tavola rotonda con Anna Maria Carbone, Tatiana Marchisio, Francesca Mastorci, Alessandro Pingitore, Elisamarzia Vitaliano e altri dirigenti scolastici sul tema La sfida dell’educazione tra salute e fattori di rischio: un manifesto educativo e un curriculum per la costruzione del benessere, dell’empatia e della cittadinanza globale. Alle 15,30, Stefano Rossi si soffermerà su L’uragano delle emozioni. Capire e gestire i comportamenti tempesta dei figli e degli alunni. Concluderà il pomeriggio Giacomo Rizzolatti (con collegamento da remoto) con Il meccanismo mirror: le basi biologiche dell’empatia.

Il Festival è nato dall’idea degli psicologi, psicoterapeuti e ricercatori Ulisse Mariani e Rosanna Schiralli, e della consigliera comunale delegata all’educazione al rapporto con le scuole Rosanna Giliberto, con il supporto dell’assessorato all’educazione guidato da Alfonso Antoniozzi, e della consigliera delegata alle nuove generazioni Francesca Pietrangeli.

L’intero programma del festival è consultabile sul sito https://www.festivaleducazioneemotiva.it/

Il festival è a ingresso libero. Tutte le attività si svolgeranno dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15,30 alle ore 18. Il 25 e il 26 maggio gli eventi si terranno presso la Fondazione Carivit in via Faul 20, mentre il 27 maggio ci si sposterà a Palazzo dei Priori: la mattina all’interno del cortile, il pomeriggio in sala Regia. Durante la tre giorni si terranno laboratori per alunni su bullismo, educazione emotiva e lettura.