NewTuscia – Il 2022 è stato definito l’anno degli aumenti da capogiro e non possiamo dire che questa attribuzione non sia corretta: dall’elettricità al cibo, dalla benzina ai voli aerei, tutto è aumentato così tanto e velocemente da rendere la quotidianità improvvisamente più difficile per tutti.

Così lo Stato e le Regioni hanno messo in campo alcune misure volte a tamponare i disagi e le conseguenze di questa situazione: il 2022 è stato, infatti, anche l’anno che ricorderemo per i tanti bonus pensati per aiutare la popolazione a combattere la forte inflazione e i rincari senza precedenti. La notizia positiva è che la maggior parte di questi bonus è stata rinnovata anche nel 2023.

Il termine bonus ha molte sfaccettature e indica un incentivo in varie forme che viene dato per premiare, incentivare o aiutare qualcuno in un determinato contesto.

Per intenderci, sono bonus, ad esempio, i codici sconto che vengono offerti da un’azienda al suo target attraverso un influencer per invogliare all’acquisto di un prodotto, ma anche i servizi in abbonamento di streaming con prova gratuita di 14 giorni che mostrano al cliente la propria offerta invogliandoli all’acquisto dopo la prova gratuita.

Sono spesso ganci di marketing utili per far conoscere un prodotto o un servizio a un nuovo pubblico: come il bonus senza deposito per scommesse sportive che regala i primi “giri di prova” per attrarre nuovi giocatori o lo sconto del 10% sul primo ordine in cambio dell’iscrizione a una newsletter di un e-commerce di abbigliamento.

Ma allo stesso tempo, i bonus sono anche aiuti concreti per categorie che sono in maggiore difficoltà.

I bonus offerti dalle Regioni e dal Governo in questo 2023 sono tanto vari quanto l’utilizzo che ne viene fatto in tutti i settori; quindi, vediamo ora insieme alcuni dei principali bonus attivi in Italia e nel Lazio, come funzionano e a chi sono dedicati.

Partiamo con quelli dedicati ai giovani, maggiormente colpiti dall’instabilità economica e dal peso dei rincari.

Uno dei più interessanti e utili è senza dubbio il mutuo prima casa per gli under 36 confermato fino al 31 Dicembre 2023: questa misura ha l’obiettivo di aiutare i giovani a essere indipendenti anche con un lavoro non stabile, grazie allo Stato che si fa garante di mutui per l’80% del totale della spesa, fino a 250 mila euro.

Si riconfermano poi in tutte le regioni, compreso il Lazio, il Bonus Cultura e la Carta Giovani Nazionale.

Il primo è come un voucher di 500 euro da utilizzare in ambito culturale per l’acquisto di libri, biglietti di cinema e teatro, concerti, spettacoli e ingressi a Musei.

Il secondo, invece, tramite l’app IO concede vantaggi e sconti per viaggi, trasporti, sport, formazione e molto altro per tutti i giovani dai 18 ai 35 anni.

Un bonus attivo solo nel Lazio per i giovani è poi il bonus connettività studenti: tramite l’iniziativa “Nessuno escluso” che vuole essere un aiuto per chi ha sofferto maggiormente la povertà e le difficoltà economiche degli ultimi anni, è stato introdotto un voucher dedicato ai giovani iscritti all’Università del valore di 250 euro erogati una tantum per l’acquisto di materiale che possa facilitare lo studio come PC, tablet, modem o altri dispositivi tecnologici.

Un altro bonus che ha riscontrato grande entusiasmo e ridato vita al settore edilizio e delle ristrutturazioni è l’ormai popolare superbonus 110, che è passato al 90%, e riguarda non solo le ristrutturazioni ma anche le conversioni energetiche. Questa nuova parte della misura, consiste in una detrazione del 50% sull’IVA dovuta, sul prezzo di acquisto di abitazioni a destinazione residenziale ad alta efficienza energetica (Bonus Casa Green).

C’è poi anche il Bonus mobili per l’acquisto di arredamento che prevede la possibilità di una detrazione dell’Irpef del 50% su un tetto massimo di 8.000 euro, esclusivamente per mobili o elettrodomestici dalla classe A+ a salire, all’interno di progetti di ristrutturazione della casa per cui sono stati acquistati.

Come bonus nel settore turismo erogati dalla Regione, troviamo il bonus vacanze Lazio: si tratta della campagna denominata “Più notti, più sogni, +Experience” e prevede che su una prenotazione di almeno 2 notti nelle strutture ricettive aderenti all’iniziativa, la Regione regali una notte ai suoi ospiti, mentre su un soggiorno di 5 notti vengano offerte ben 2 notti a titolo gratuito.

In questo modo, anche il diritto allo svago e al tempo libero viene tutelato e reso più facile per le persone e i nuclei famigliari meno abbienti.