NewTuscia – BOLSENA – Il Piccolo Teatro Cavour di Bolsena ospiterà sabato 13 maggio, alle 21, la finale della prima edizione del Premio nazionale lirica “Luciana Palombi”, con la premiazione della vincitrice. Ideato dalla figlia Claudia Palombi e realizzato in collaborazione con l’Associazione Fratelli di Taglia, il concorso omaggia il mezzosoprano Luciana Palombi, per ricordarne la carriera artistica e la generosità nel trasmettere la tcnica del belcanto e l’arte scenica a giovani artiste.

Patrocinata dall’assessorato alla cultura del Comune di Bolsena, la serata al Piccolo Teatro Cavour vedrà esibirsi le finaliste Federica Di Rocco e Ginetta Puccio accompagnate al pianoforte dal maestro Massimiliano Franchina, che si contenderanno il primo posto. La vincitrice otterrà master individuali di belcanto gratuiti e l’opportunità di esibirsi in uno spettacolo/recital teatrale, per la regia di Claudia Palombi, prodotto dalla Cooperativa teatrale Fratelli di Taglia. “È un piacere e un onore patrocinare e ospitare il concerto finale del premio istituito da Claudia Palombi per ricordare sua madre Luciana Pieri Palombi – affermano il sindaco Paolo Dottarelli e l’assessore alla cultura Raffaella Bruti – Un’artista di talento che per decenni ha calcato le scene dei più importanti teatri italiani e partecipato a numerosi film molto noti al grande pubblico.

Ringraziamo Claudia Palombi per aver voluto omaggiare la nostra città con un evento così prestigioso e di grande spessore culturale, che rafforza ancor più il legame tra la sua famiglia e il luogo di origine”. Nel corso della giornata, all’auditorium comunale, dalle 10 alle 20, sarà possibile visitare (ingresso libero) una mostra di immagini e video dedicati all’artista, la cui famiglia paterna era originaria di Bolsena. Luciana Palombi ha affiancato a un’intensa attività concertistica, che l’ha portata a calcare i palchi di alcuni tra i più importanti palcoscenici italiani come il teatro alla Scala di Milano, il San Carlo di Napoli, l’Opera di Roma, il Verdi di Trieste, il Carlo Felice di Genova, il Massimo Bellini di Catania e il Massimo di Palermo, quella di attrice cinematografica e televisiva, con la partecipazione a numerose pellicole, tra cui “Il mostro” di Roberto Benigni, e serie televisive di successo, quali “Don Matteo”, “Distretto di polizia”, “Stiamo bene insieme”, “Grandi domani”, “Il giudice Mastrangelo” e “Il maresciallo Rocca”.