NewTuscia – CIVITA CASTELLANA – Con 8 punti di vantaggio su 9 ancora disponibili, all’Ecosantagata Civita Castellana manca solo un ultimo passo per assicurarsi matematicamente la qualificazione ai playoff. E il primo dei tre match point per accedere agli spareggi per la promozione in serie A3 è il derby della Tuscia, sabato pomeriggio (fischio d’inizio alle 18,15) a casa del Volley club Orte.

I rossoblù arrivano alla sfida da primi in classifica nel girone F, rinfrancati dall’importantissima vittoria di sabato scorso contro il Prato. Un successo che, unito alla contemporanea sconfitta a Foligno della Lupi Santa Croce, terza forza in campionato, ha praticamente spalancato all’Ecosantagata la strada dei playoff, a cui accedono le prime due squadre di ogni girone.

Dall’altra parte della rete c’è l’Orte, formazione che da qualche settimana ha conquistato la salvezza matematica e quindi ha già raggiunto il suo obiettivo stagionale. Ma davanti al pubblico amico, i padroni di casa giocheranno per l’onore e per vendicare la pesante sconfitta subita all’andata al Palasmargiassi.

Ne è convinto anche Luca Genna, il nuovo capitano dell’Ecosantagata in sostituzione dell’infortunato Buzzelli. “L’Orte non ha più niente da chiedere al campionato – dice lo schiacciatore – ma questo è pur sempre un derby che giocano in casa e quindi vorranno mettere il punto esclamativo sulla loro stagione battendo noi. Dobbiamo aspettarci una squadra che non farà regali”.

Genna poi torna sulla vittoria di sabato scorso col Prato e la definisce “fondamentale, perché ci ha messo con un piede e mezzo ai playoff e ci ha dato una spinta incredibile dal punto di vista della fiducia, dopo un momento molto delicato. Devo dire grazie anche al pubblico, che ha capito l’importanza della partita ed è venuto numerosissimo a sostenerci al palazzetto”.

“Mi è piaciuto soprattutto l’atteggiamento – continua il capitano -. Abbiamo fatto forse la miglior prestazione dell’anno nella fase difensiva, che è il fondamentale dove si vede di più la voglia di stare attaccati al punto. Io e Simoni sapevamo che dovevamo caricarci la squadra sulle spalle dopo l’uscita di scena di Buzzelli e l’abbiamo fatto, ma tutti hanno giocato alla grande, con una voglia incredibile di vincere”.

Da qui bisogna ripartire, perché l’obiettivo di Genna è chiudere al primo posto il girone: “Il derby di Orte è solo la prima di una serie di finali che ci aspettano da qui alla fine della stagione. Ma dopo la partita di sabato scorso sono molto più convinto che ce la possiamo fare”.