NewTuscia – ROMA – Quando si parla di Smart City, che letteralmente vuol dire città intelligente, si fa riferimento a tutte quelle tecnologie digitali che possono essere applicate a contesti molto grandi, quali le grandi città e le metropoli. Una Smart City, ad esempio, è una città che presenta mezzi pubblici urbani intelligenti, un approvvigionamento idrico efficace e senza intoppi, un’amministrazione presente e interattiva e luoghi pubblici in sicurezza. Per dirla in breve, quindi, una Smart City è una città nella quale le tecnologie dell’informazione e anche della comunicazione sono fluide, dinamiche, in modo da facilitare gli spostamenti dei cittadini e in generale, il loro benessere all’interno dei contesti urbani.

Una città del genere è proiettata nel futuro, è pronta ad accettare con eccitazione gli sviluppi tecnologici più avanzati per implementare i propri servizi. È una città d’avanguardia che prova a creare il giusto equilibrio tra cultura e tecnologia, tutto in nome della diffusione delle informazioni e per una comunicazione più diretta coi propri cittadini e non solo. Ad esempio, è importante avere tecnologie d’avanguardia per tutto quello che riguarda la diffusione della cultura e dell’arte presenti sul territorio, oppure per la velocizzazione delle comunicazioni e degli spostamenti intra-urbani.

Una città importante, nonché capitale d’Italia, come Roma, non può permettersi di restare indietro rispetto alle altre capitali d’Europa e del mondo e, per forza di cose, deve puntare a diventare una Smart City efficace. Rendere Roma una Smart City è importante per vari motivi: in primis, per ridurre il caos, l’inquinamento e il traffico giornaliero, per adeguarsi alle misure “green” che una città dovrebbe rispettare. Inoltre, una maggiore fluidità di comunicazione e di trasferimento di informazioni può rendere giustizia alla bellezza e alla cultura che si trovano ovunque nella capitale, da nord a sud.

Ma Roma può riuscire a diventare una Smart City efficace?

I casinò online come esempio di tecnologia smart

Per puntare a diventare una città Smart, Roma deve riuscire ad integrare tutti i suoi servizi in maniera rapida, come nel caso dei casinò online, che sono riusciti ad agglomerare tutti i piaceri legati al casinò su una piattaforma internet. Ciò è potuto avvenire proprio in virtù della crescita nel settore tecnologico e i casinò sono riusciti a trasferirsi online anche grazie agli sviluppi sui metodi di pagamento digitalizzati. Ad esempio, esistono casinò che accettano PayPal come metodo di pagamento, ma non solo.

È da una ventina di anni che ormai la parola smart è diventata di uso comune per riferirsi a tutte quelle tecnologie collegate ad internet. Le Smart City sono esempi proprio di come la connettività come fenomeno può rendere una città migliore, aumentando i canali di informazione e velocizzando i processi che in una giornata affollata cittadina potrebbero risultare scomodi e antipatici.

Come può Roma diventare una Smart City?

Per diventare una Smart City, come abbiamo già avuto modo di dire, Roma deve migliorare le sue infrastrutture e i suoi servizi. Ad esempio, passando alle energie rinnovabili, alimentando cioè le case e i palazzi attraverso risorse rinnovabili come quella solare, con i pannelli fotovoltaici, oppure integrando la tecnologia V2X, quella cioè dei veicoli elettrici senza conducente, ad utilizzare come mezzi pubblici.

La gestione delle informazioni deve riuscire ad integrare anche la quantità infinita di storia e cultura della città eterna, con sistemi di informazione intelligenti, interattivi e facili da utilizzare. Oppure, una tecnologia Smart è quella che permette ad un cittadino di poter avere assistenza medica attraverso comunicazioni facili ed efficienti, come ad esempio un numero whatsapp o app dedicate alla prevenzione della salute cittadina. O ancora, si diventa Smart prevenendo il crimine con “intelligenza”, mirando a quei punti dove è più probabile che possa avvenire un crimine.

Insomma, per diventare una Smart City, Roma deve vestire le strade e le piazze con abiti high-tech.

Smart City – Roma può diventarla?

Roma è una città molto complessa. È una delle città più antiche dell’umanità, con la storia più importante, con il bagaglio culturale più ampio al mondo. E comunque vive di problematiche cittadine continue, con problemi legati alle infrastrutture, al traffico e alle condizioni stradali pessime. È difficile dire se riuscirà a diventare una Smart City efficace

Nonostante tutto, non si può dire che almeno non ci provi, come si evince dal piano lanciato dal comune, ovvero il piano Roma Smart City, un documento che mette in programma tutto ciò che metodologicamente e strategicamente serve alla città per diventare un’efficiente Smart City e che riguardano soprattutto sicurezza, ambiente, socialità, cultura, rifiuti e turismo. È possibile leggere questo documento di 121 pagine proprio sul sito ufficiale del comune di Roma, nella quale vengono presentati tutti i propositi affinché Roma possa diventare una Smart City efficiente.