NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo da Luisa Ciambella.

Abbiamo assistito in questi giorni alla spiacevole reazione che ha animato i social network rispetto alla notizia della classifica degli ospedali italiani diffusa da Newsweek. Commenti che, sicuramente, vanno stigmatizzati per la violenza con la quale hanno coinvolto gli operatori della sanità che, in realtà, grazie alla loro professionalità e impegno hanno sopperito alle mancanze di chi ha la responsabilità di gestire il sistema sanitario.

La classifica, che pone la struttura viterbese all’85esimo posto, non va letta soltanto in funzione dei numeri perché nei fatti non sposta di molto il livello dei servizi rispetto agli anni precedenti. A maggior ragione se valutiamo la percezione degli utenti non mancano di segnalare situazioni di difficoltà che riguardano in molti casi il Pronto Soccorso e quei servizi strettamente riferibili alle prestazioni più richieste.

Difficoltà che non derivano certo dagli operatori, bensì dagli organi di gestione della sanità pubblica che, in questi anni, hanno scambiato un servizio pubblico con un mero bacino elettorale. Nei gironi scorsi lo stesso presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, ha incontrato i direttori delle strutture sanitarie regionali per avere un quadro completo della situazione ribadendo che: “L’obiettivo è quello di ridare dignità ai cittadini attraverso servizi funzionali e tempi di attesa in linea con i livelli essenziali di assistenza”.

Sulla scorta di questa necessità evidenziata dalla Regione, ma soprattutto sulla necessità di rispondere alle esigenze dei cittadini Viterbesi e della Tuscia ritengo che sia necessario che il Comune di Viterbo si faccia carico di affrontare con determinazione il tema dei disservizi sanitari e della situazione generale in cui versa. Per questo ho chiesto al Sindaco di sollecitare la convocazione della Conferenza dei sindaci per la sanità per manifestare a nome della città di Viterbo la vicinanza a tutti gli operatori sanitari e per dare una fotografia il più precisa possibile di cosa non va e di quello che si dovrebbe migliorare.

Esprimo soddisfazione per il fatto che il sindaco Frontini ha accolto la proposta e si adopererà nei prossimi giorni per dargli seguito in modo da mettere in campo tutte le risorse per consentire ai cittadini di avere a disposizione servizi efficienti e in tempi ragionevoli.

Luisa Ciambella