Una raccolta di racconti che parla di ricordi, felici ed infelici, di ferite, di amori passati e di giovinezza

Simone Stefanini Conti

NewTuscia  – ORTE – Giorgio Ghiotti sarà ospite in libreria Il Gorilla e l’Alligatore di Orte Borgo SanLorenzo Petignano per presentare il  suo ultimo libro sabato 25 febbraio alle ore 17.

“Deve esserci al mondo ancora bellezza” scrive Giorgio Ghiotti ne Le cattività domestiche, una raccolta di racconti che parla di ricordi, felici ed infelici, di ferite, di amori passati e di giovinezza. Racconta di oggetti che sono tesori da conservare o “scarti” da dimenticare , di case, di città e di famiglie, “templi di fedi millenarie”.

Nonostante la giovane età (classe 1994), Giorgio Ghiotti non è un esordiente perché ha già all’attivo oltre una decina di pubblicazioni: dopo i primi racconti pubblicati a soli diciotto anni con Nottetempo dal titolo “Dio giocava a pallone”,  ha debuttato in poesia con la raccolta “L’estinzione dell’uomo bambino” (Giulio Perrone Editore). Nel 2016 il primo romanzo, “Rondini per formiche”, sempre pubblicato da Nottetempo.  È stato presentato ben due volte al Premio Strega: nel 2020 con la raccolta “Gli occhi vuoti dei santi” proposta da Biancamaria Frabotta e la seconda volta nel 2022 con il romanzo “Atti di un mancato addio” (Hacca, 2021) candidato da Sandra Petrignani. Scrive sulle pagine culturali de «il manifesto».

In questa sua raccolta di racconti, Le cattività domestiche, pubblicata da FVE Editori, Ghiotti si confronta con le “cattività” più profonde e intime, quelle ferite che non sanguinano subito ma restano lì, ferme nel tempo, incapaci di guarire. Sono le parole mal dette, gli amori irrisolti, i sogni della giovinezza, la violenza che esplode in un attimo. È la famiglia il luogo principe delle cattività: una realtà imperfetta, ritratta nelle sue relazioni fragili e nella sua costante ricerca di un equilibrio soltanto apparente. Sono i ricordi per Ghiotti a rappresentare il mezzo attraverso il quale fare i conti con il passato, ripulire come un fiume in piena l’ipocrisia superficiale e vedere poi cosa resta. E poi rimodellarlo, deformarlo, alterarlo e raccontarlo. Ghiotti omaggia i suoi grandi riferimenti letterari, dalle amate autrici del novecento agli autori ispanoamericani. Un omaggio speciale poi per Gianni Celati e i suoi amati “pascolanti”.

Come sempre l’ingresso è libero e sarà trasmesso in diretta sulla pagina facebook della libreria. La Libreria Il Gorilla e L’Alligatore è ad Orte in  via dei Calafati 13C/22  Petignano Borgo San Lorenzo.