NewTuscia – VITERBO – Nella serata dello scorso lunedì personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Viterbo, nell’ambito di servizi volti alla repressione del commercio illegale di sostanze stupefacenti, a seguito di attività info-investigativa ha arrestato due giovani in flagranza di reato per detenzione di cocaina. Sorpassati lungo la Strada Statale Cassia ad altissima velocità da un’autovettura segnalata come probabile mezzo di trasporto della droga, gli operatori, nonostante la forte velocità del veicolo in un tratto in quel momento molto trafficato, iniziavano un inseguimento durato alcuni chilometri terminato in prossimità di Monterosi grazie ad una repentina manovra che costringeva l’auto in fuga a fermarsi nell’area di un distributore di carburanti.

Nelle successive fasi di controllo, indosso al passeggero è stato rinvenuto un pacchetto sottovuoto contenente polvere di colore bianco vivo mentre all’interno dell’autoveicolo sono stati trovati un coltello ed un manganello estraibile. Gli accertamenti tecnico-scientifici hanno determinato che la sostanza dentro al cellophane fosse cocaina per un peso totale di circa 110 grammi ed un valore complessivo di oltre 8.000 euro.

I due giovani sono stati posti agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo che coordina le indagini. L’arresto è stato convalidato in data odierna.

Gli indagati sono stati arrestati in fase di indagine preliminare, fatto salvo il principio della presunzione di innocenza.