NewTuscia – ROMA – Intesa Sanpaolo rinnova con misure ad hoc il proprio sostegno alle imprese del Turismo. In occasione dell’Albergatore Day, tenutosi oggi a Roma, Intesa Sanpaolo e Federalberghi Lazio hanno presentato un accordo, nell’ambito della più ampia collaborazione in essere con Federalberghi nazionale, per contribuire all’accelerazione degli investimenti nel settore turistico della regione. Obiettivo comune è quello di facilitare il miglioramento della capacità competitiva delle imprese turistico ricettive attraverso misure per accompagnare gli investimenti che favoriscano la riqualificazione e l’aumento degli standard qualitativi delle strutture, l’efficientamento energetico e l’impatto ambientale in coerenza con i principi ESG, oltre a iniziative per favorire gli investimenti in digitalizzazione.

La Banca, inoltre, attraverso l’iniziativa “Crescibusiness”, rivolta in particolare alle piccole imprese, ha previsto interventi per la liquidità e finanziamenti garantiti, azzeramento per un anno delle commissioni sui micropagamenti tramite POS in negozio fino a 15 euro, gratuità per un anno del canone dei POS e delle carte di credito commercial, agevolazioni sui prodotti di copertura assicurativa e noleggio di beni strumentali, arredi e complementi per contenere i costi operativi. Il Gruppo Intesa Sanpaolo mette a disposizione anche delle soluzioni specifiche riservate alle imprese del settore turistico-alberghiero con linee di finanziamento dedicate quali Suite Loan, il finanziamento pensato per le imprese turistiche che intendono migliorare il proprio posizionamento qualitativo attraverso un meccanismo di premialità, attraverso la riduzione del tasso di interesse al raggiungimento degli obiettivi condivisi e S-Loan Turismo, il finanziamento per gli investimenti ESG e che mira a incentivare la riqualificazione energetica delle strutture alberghiere, con particolare attenzione agli impatti ambientali degli interventi. Anche in questo caso è prevista la stessa logica premiante in termine di riduzione del tasso applicato e la possibilità, inoltre, di abbinare la garanzia SACE Green all’80%, che consente di allungare la durata del finanziamento fino a 20 anni, comprensivo di 3 anni di preammortamento.

Intesa Sanpaolo, inoltre, mette a disposizione gratuitamente per  tutti i clienti della Banca, “Incent Now”, la piattaforma realizzata in collaborazione con Deloitte, che consente alle imprese di individuare rapidamente, da un unico punto di accesso, le migliori opportunità disponibili relative alle misure e ai bandi nell’ambito della pianificazione del PNRR sulla base del proprio profilo, settore di attività e territorio, raccogliendo le informazioni utili per presentare i propri progetti di investimento e concorrendo all’assegnazione dei fondi pubblici. Tra queste misure, la più attesa per il settore riguarda l’apertura attesa a breve del bando per il FRI Turismo, misura in co- finanziamento con CDP, alla quale Intesa Sanpaolo ha già aderito.

 

Le nuove misure di supporto alle aziende del comparto turistico contribuiscono ad attuare uno dei pilastri di “Motore Italia”, il programma strategico di Intesa Sanpaolo per sostenere le PMI con nuovo credito e liquidità per gli investimenti. Nell’arco del PNRR (2021-2026) e in stretta correlazione con gli obiettivi del Piano, il Gruppo Intesa Sanpaolo mette a disposizone più di 400 miliardi di euro dei quali 270 destinati alle imprese, di cui 120 alle PMI, con i quali contribuire attivamente al raggiungimento degli obiettivi previsti.

Roberto Gabrielli, Responsabile Direzione Regionale Lazio e Abruzzo di Intesa Sanpaolo: “Il settore del turismo è stato inevitabilmente uno dei più esposti alla pandemia. Oggi riteniamo sia uno dei principali driver che guideranno la ripresa del Paese ed è per questo che abbiamo pensato a nuove soluzioni di finanziamento per supportare il settore nella riqualificazione delle strutture ricettive così come nella riqualificazione energetica e ambientale. Nostro obiettivo, comune agli obiettivi del PNRR, è favorire la sostenibilità e la circolarità che questa industria ha già insite, per agevolare una nuova proposta di ospitalità più efficiente per i bilanci delle imprese e di maggiore salvaguardia per l’ambiente che ci circonda”. 

Il Presidente di Federalberghi Lazio Walter Pecoraro: ““Così come è stato a febbraio 2020, inizio della pandemia, il gruppo Intesa Sanpaolo si dimostra sensibile e consapevole del valore del nostro settore, trainante per l’economia del nostro Paese, pari al 15% del PIL. Allora furono prese misure come lo stop di 24 mesi della rata intera, ammortamento e interessi, di tutti i finanziamenti in essere per gli alberghi, oggi parliamo di una serie di prodotti per la riqualificazione e il rilancio delle nostre strutture. Sta a noi cogliere questa opportunità e prepararci ad offrire agli ospiti dei prossimi 10 anni un prodotto all’altezza delle loro aspettative.”