NewTuscia – VITERBO – “Dopo la polvere di grillo la Ue si appresa a dare il via libera anche all’utilizzo dei vermi negli alimenti mettendo nuovamente in pericolo il nostro made in Italy”. Lo dichiara in una nota il deputato azzurro e vice presidente della Commissione Ambiente alla Camera, Francesco Battistoni in merito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea dei regolamenti che consentono nel 2023 l’entrata sul mercato di nuovi alimenti nell’ambito della normativa comunitaria sui novel food.

“Lo scetticismo di tale scelta – prosegue – deriva dal fatto che l’inserimento di taluni alimenti nella commercializzazione dei nostri cibi rischia di creare un danno non solo commerciale ma anche economico alla nostra industria. Come per la polvere di grillo, che nulla ha a che fare con la nostra storia e tradizione, anche l’utilizzo dei vermi rischia di introdurre in Europa una discutibile idea di nutrizione sostenibile, sostenuta da alcune multinazionali o da singoli stakeholder economici, molto pericolosa per i nostri prodotti e le nostre filiere agroalimentari che sono un’eccellenza nel mondo e che rischiano di subire un pesante danno di immagine”, conclude Battistoni.