Il progetto è promosso dal Comune di Nepi e dalla Cooperativa Sociale Gea, in collaborazione con il Centro Anziani e l’Associazione Culturale Musicale Leonardo

NewTuscia – NEPI – Un programma volto a valorizzare la figura della persona anziana e il suo ruolo attivo all’interno della comunità, attraverso la socializzazione, l’acquisizione di nuove competenze e la promozione di uno stile di vita sano. “Creattività – Tempo libero per gli anziani” è un progetto finanziato dalla Regione Lazio (legge regionale del 17 novembre 2021, n. 16 “Disposizioni a tutela della promozione e della valorizzazione dell’invecchiamento attivo”) promosso dal Comune di Nepi e dalla Cooperativa Sociale Gea, in collaborazione con il Centro Anziani comunale, l’Associazione Culturale Musicale Leonardo e la Croce Rossa.

Durante l’iter progettuale di un anno verranno realizzate attività che coinvolgeranno le persone anziane del territorio, individuate tra quelle che frequentano il Centro Anziani comunale, con l’obiettivo di favorirne la partecipazione alla vita sociale al di fuori del proprio domicilio, offrendo loro l’opportunità di rimanere attivi, autonomi e pienamente integrati nel contesto di vita.  Tra i laboratori in partenza nei prossimi mesi c’è il laboratorio di neuromotricità; il laboratorio sull’utilizzo di smartphone o tablet; il laboratorio fotografico e quello musicale.

“È una soddisfazione per la nostra amministrazione veder realizzati progetti del genere sul territorio – queste le parole del sindaco di Nepi Franco Vita che ha sostenuto, assieme all’assessore alla sanità ed ai servizi sociali Claudio Ciavatta e all’assessore ai fondi comunitari Giulia Perugini, l’importante iniziativa realizzata dai servizi sociali in collaborazione con la cooperativa GEA. “La nostra amministrazione – continua Vita – ha sempre supportato lo sviluppo del Centro Anziani, divenuto un importante punto di aggregazione per la comunità nepesina over 65. L’assessore Claudio Ciavatta si è impegnato, sin dall’inizio del suo mandato, a sostenere le richieste  del Centro, avendo particolare attenzione alle attività relative all’invecchiamento attivo. Il supporto dell’assessore Perugini è stato poi utile allo sviluppo della progettualità, per la quale si devono senza dubbio ringraziare i servizi sociali del Comune di Nepi e la cooperativa GEA, senza l’impegno dei quali non si sarebbe ottenuto questo importante traguardo. Risultati come questo dimostrano l’importanza della collaborazione tra enti del territorio”.

“A fronte di un invecchiamento progressivo della popolazione – ha dichiarato la Presidente della Cooperativa Sociale Gea, Alessandra Senzacqua – è importante offrire alle persone anziane l’opportunità di rimanere attive e la percezione di rivestire un ruolo all’interno della comunità. Con questo progetto vogliamo permettere a tutti i partecipanti di riscoprire, esprimere e sviluppare tratti individuali importanti come il coraggio e la creatività. Il coraggio di mettersi in gioco e di riscoprirsi, grazie alla possibilità di introdurre attività nuove  nella propria routine. Ringrazio il Comune di Nepi per la sensibilità con la quale da sempre porta avanti l’inclusione degli anziani nel contesto sociale, attraverso numerosi servizi e l’importante lavoro promosso dal Centro Anziani comunale”.

Cooperativa Sociale Gea