La presidente Roberta Ranucci: “Siamo ripartiti il 10 gennaio con un corso di alto perfezionamento musicale per un gruppo di musicisti coreani”
 NewTuscia – TARQUINIA – L’Accademia Tarquinia Musica, dopo tre anni di pausa per il covid, riprende la piena attività in una nuova veste e con una nuova impostazione didattica. La prestigiosa istituzione culturale della città etrusca lo farà attraverso concerti, proposte di corsi di alta formazione musicale e master class periodici tenuti da musicisti di fama, con istituzioni nazionali, che si rivolgono a giovani studenti di musica e a laureati di conservatorio.
“Il primo corso di alta formazione musicale è partito il 10 gennaio a Roma, coinvolge un gruppo di cantanti e musicisti coreani in viaggio studio in Italia affidati ai maestri Michelangelo Carbonara, pianista, Kyung mi Lee, violoncellista, Massimiliano Caporale, maestro sostituto, e Hyo Soon Lee, canto lirico, – afferma la presidente dell’Accademia Tarquinia Musica Roberta Ranucci – e si concluderà il 20 gennaio a Tarquinia, con un concerto”. L’esibizione (ingresso libero), in programma alle 17,30, alla sala Sacchetti, al civico 4 di via dell’Archetto, proporrà una scaletta che prevede, tra l’altro, una selezione dei principali brani dell’opera “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti.
“Il concerto sarà il primo di una serie di iniziative che vedrà la collaborazione e il patrocinio della Società Tarquiniense d’Arte e Storia, nati dalla disponibilità e sensibilità della presidente Alessandra Sileoni – afferma Roberta Ranucci -. Inoltre l’Accademia Tarquinia Musica sarà aperta a sinergie con altre associazioni culturali, istituzioni nazionali e del territorio, in primis il Comune di Tarquinia, per promuovere manifestazioni musicali con nomi importanti del concertismo italiano e internazionale”.