NewTuscia – ROMA – “La scelta della Commissione di dare seguito al  progetto di legge irlandese sugli health warnings ci lascia davvero senza parole. La scelta dell’Irlanda di apporre “alert” sulle etichette di vino e altre bevande alcoliche analoghe a quelle poste sulle sigarette, rappresenta un precedente molto pericoloso ed un attacco diretto anche al nostro Paese”.
Lo dichiara in una nota il vice presidente della Commissione Ambiente alla  Camera, Francesco Battistoni.
 “Colpire il nostro vino – aggiunge Battistoni – oltre a produrre effettivi economici negativi a livello nazionale, colpisce il nostro made in Italy, la nostra dieta mediterranea e il nostro turismo.  La scelta della Commissione poi è in netto contrasto con le indicazione dell’Europarlamento che si era già espresso contrariamente rispetto all’uso di “Health Warning” sulle etichette”.
“Come Italia, grazie al ministro Lollobrigida e al ministro Tajani, continueremo a batterci affinché tale etichettatura allarmista non diventi un obbligo esteso ai Paesi Membri dell’UE, ma rimanga circoscritta al contesto irlandese”, conclude Battistoni.