Marta Bonafoni

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo. “L’interrogazione presentata da FdI, in merito alla decisione di Roma Capitale di consentire l’iscrizione alla Scuola dell’Infanzia anche per bambini con residenza fittizia o privi di codice fiscale, dimostra chiaramente quale visione di società abbia questa destra. Oltre all’idea distorta della funzione della scuola.

Bene ha fatto la giunta capitolina. Condivido le parole dell’assessora Pratelli, che ha ribadito le motivazioni alla base di questa scelta: nessun bambino e nessuna bambina è illegale. E la scuola è il principale strumento per colmare le disuguaglianze e le discriminazioni”.

Così in una nota la consigliera regionale Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti.