NewTuscia – ROMA – Solo 15 giorni fa circa avevamo evidenziato che in istituto penitenziario- carcere- non ci sono dirigenti penitenziari (direttori delle carceri) e solo ora se ne rendono conto perché è cronaca recente per gli istituti per minori, infatti, come  all’IPM di Roma Casal del Marmo vi è uno reggente da più anni dove si sono alternati negli anni vari direttori reggenti non riuscendo a garantire continuità nel complesso sistema penitenziario sia esso minorile che per adulti.

Le gravi e non più sostenibili criticità del sistema penitenziario continuano ad evidenziarsi quotidianamente.

Purtroppo ieri sera la notizia di un incendio nel carcere minorile romano Casl del Marmo- intervento dei vigili del fuoco-  2 detenuti ricoverati in ospedale e 3 agenti  di polizia penitenziaria hanno dovuto far ricorso alle cure ospedaliere. Detenuti minori che già avevavo creato probelemi in altri carceri minorili con pregresse azioni violenti in altre sedi –

Carenza di personale della Polizia  Penitenziaria, aggressioni giornaliere, tutte anomalie datate che non vengono ancora prese in debita considerazione dalla politica e dai Governi.

Per la Fns Cisl Lazio occorre intervenire con determinazione e subito con nuove assunzioni  sia per la Polizia Penitenziaria, nei vari ruoli,  che per i Direttori Penitenziari, adulti e minori , i cui corsi-attualmente in atto termineranno non prima del  luglio 2023-occore una serie discussione al fine di superare la promiscuità fra minorenni e giovani adulti fino a  25 anni,  vi è necessità  , quindi , di completare le attuali dotazioni organiche , poiché ciò restano le uniche  vere soluzioni per porre fine a questa autentica crisi del pianeta carcere.

IL SEGRETARIO GENERALE  FNS CISL LAZIO
Massimo  Costantino