NewTuscia – VITERBO – Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha pubblicato a fine anno la classifica dei Dipartimenti di Eccellenza per il prossimo quinquennio 2023-2027, in cui il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università della Tuscia (DAFNE) si è posizionato al primo posto tra i Dipartimenti dell’area CUN 07 “Scienze Agrarie e Veterinaria”.

La selezione aveva l’obiettivo di individuare in una prima fase i migliori 350 dipartimenti universitari italiani nell’ambito di 14 aree scientifico-disciplinari, e tra questi 180 da finanziare in base al progetto di sviluppo presentato. Si tratta di Dipartimenti che spiccano per la qualità della ricerca prodotta e del progetto di sviluppo, cui è destinato complessivamente dal Ministero un budget annuale di 271 milioni di euro.

Il Progetto del DAFNE si pone come obiettivo quello di orientare la ricerca dipartimentale sui temi della transizione ecologica, energetica e digitale applicata ai sistemi agricoli e forestali, temi strategici per lo sviluppo dell’agricoltura europea.

“Si tratta di un risultato straordinario”, commenta il direttore  Danilo Monarca, “che premia la ricerca condotta dai ricercatori del DAFNE in questi anni, conferma i risultati già raggiunti nel precedente quinquennio con il progetto SAFE-Med e lo proietta su una dimensione ancora più internazionale”.

Il DAFNE potrà pertanto contare nel quinquennio 2023-2027 su un finanziamento aggiuntivo alle risorse di Ateneo di circa 8 milioni di euro, che sarà destinato all’assunzione di giovani professori e ricercatori, al potenziamento delle infrastrutture di ricerca ed al miglioramento dell’offerta didattica e dei servizi agli studenti.