Forza Italia: “Incardinato Ddl in I Commissione in Senato per l’elezione diretta dei presidenti di Provincia. Cittadini tornino a scegliere i propri rappresentanti”
NewTuscua – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo. Elezione diretta del Presidente della Provincia e dei consiglieri provinciali oltre che l’eliminazione del turno di ballottaggio, qualora il candidato presidente abbia ottenuto almeno il 40% al primo turno; quest’ultima norma è estesa anche alle comunali. Questa, in estrema sintesi, è la proposta normativa di Forza Italia, a prima firma Ronzulli, che è stata incardinata in Commissione Affari costituzionali in Senato.
“Si tratta di una proposta che abbiamo sempre auspicato e che ci auguriamo possa trovare accoglimento in Parlamento nel più breve tempo possibile”. Commentano così, in una nota congiunta, il Commissario provinciale di Forza Italia Andrea Di Sorte, ed il responsabile provinciale degli enti locali del partito azzurro, Stefano Bigiotti, sindaco di Valentano. “La precedente riforma Delrio è stata una delle peggiori mai realizzate negli ultimi vent’anni; ha fortemente penalizzato la rappresentatività dei territori ed allontanato i cittadini dalle Istituzioni. Una riforma pastrocchio voluta dal Partito Democratico che ha mortificato le Province, paralizzato per anni il sistema periferico e portando ad una disorganizzazione generale che è pesata anche sui comuni – spiegano i due esponenti di Forza Italia -. Per questo riteniamo fondamentale che gli elettori possano tornare ad esprimere il proprio voto e che gli enti provinciali possano vedersi ridefinite le proprie competenze”.
“Auspichiamo che passi anche la proposta di cancellazione del turno di ballottaggio, qualora al primo turno il candidato Sindaco o Presidente della Procura raggiunga almeno il 40%. Ciò permetterebbe un risparmio economico considerevole e, soprattutto, non si assisterebbe più a ribaltoni elettorali causati esclusivamente dalla scarsa affluenza che solitamente caratterizza il secondo turno “, concludono Di Sorte e Bigiotti.