Dal PNRR  nel capitolo “Programmi per valorizzare l’identità di luoghi” destinati alla Tuscia oltre 10 milioni di Euro ai parchi e giardini storici di Villa Lante, di Palazzo Farnese di Caprarola e del Castello Ruspoli di Vignanello

Stefano Stefanini

NewTuscia – VITERBO – Dal rapporto elaborato da Unindustria  e Orep Osservatorio  Recovery Plan si deduce un’ importante notizia.

La destinazione complessiva per i Parchi ed i giardini storici per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza  di  10 milioni e 900 mila euro alla Tuscia.

La destinazione del capitolo di spesa e’ significativa  “Programmi per valorizzare l’identità di luoghi” per i quali a livello nazionale sono previsti 300 milioni di euro.

Questa la ripartizione del finanziamento 7 milioni di euro sono destinati a Villa Lante di Bagnaia, 2 milioni di Euro a Palazzo Farnese di Caprarola e 1 milione e 900 mila Euro sono stati attribuiti  al giardino storico del Castello Ruspoli di Vignanello.

Va ricordato come i progetti  di finanziamento mirano a rigenerare e riqualificare i parchi e i giardini storici delle città, in particolar modo valorizzando ed evidenziando i beni culturali all’interno di questi, per migliorare la qualità della vita dei cittadini e creare nuovi poli di attrazione anche turistica.

Al contrasto  del degrado urbano si associa il ripristino delle identità condivise dei luoghi, creando nuove opportunità sia per rilanciare le economie locali e mitigare l’impatto della crisi,  che per rafforzare le competenze nella gestione e nella manutenzione di parchi e giardini storici.

L’investimento pone in essere un’ampia conoscenza e riqualificazione dei parchi e giardini storici italiani nell’ottica della loro corretta manutenzione, gestione e fruizione pubblica, anche in un’ottica di fruizione turistica. Saranno stanziate risorse per la riqualificazione di tali siti e la formazione del personale locale che potrà curarli/conservarli nel tempo.

Al di là del valore culturale e storico, giardini e parchi storici contribuiscono a rafforzare i valori ambientali che il PNRR ha scelto come guida. Inoltre, svolgono un ruolo importante nel preservare la conservazione del tessuto urbano, la generazione di ossigeno, la riduzione dell’inquinamento ambientale, del rumore e la regolazione del microclima.