NewTuscia – SAN MARTINO AL CIMINO (VITERBO) – Si è conclusa trionfalmente al Palazzo Doria Pamphilj, con la presentazione ufficiale del docufilm su San Martino al Cimino, la prima edizione del Natale alla Corte di Donna Olimpia, patrocinata dal Comune di Viterbo e LazioCrea.

Il docufilm è stato progettato da Giulia Marchetti per TUSCIA ART LAB, brand artistico letterario nato nel 2021 in seno all’associazione ITALIAN HUMAN CONNECTIONS Ets, con sede a San Martino al Cimino. La regia, le riprese e il montaggio sono di Sigfrido Junior Hobel di Project Tuscia. La missione di tale progetto audiovisivo è quella di promuovere e valorizzare lo stesso paese come luogo del cuore, dove è bello vivere, villeggiare o spendere una tappa del proprio viaggio.

La presentazione, che ha registrato il tutto esaurito in due proiezioni successive, è stata anticipata dai saluti delle sindaca Chiara Frontini, la quale ha elogiato gli eventi che hanno caratterizzato il Natale alla Corte di Donna Olimpia, soffermandosi sulla valenza della comunità di San Martino al Cimino e sul valore dei rapporti umani che, proprio come narrato dal documentario, sono assai intensi nei piccoli centri. Presenti anche l’assessora alle frazioni Katia Scardozzi e vari consiglieri.

Evento di punta di tutta la manifestazione è stato lo spettacolo teatrale La Particina (‘Il vero protagonista di Romeo e Giulietta’) di Giuseppe Manfridi che ha registrato il sold-out con molti spettatori giunti anche da fuori provincia. Lo spettacolo, magistralmente interpretato dal protagonista Lorenzo Manfridi, e dallo stesso autore Giuseppe Manfridi, con straordinaria acutezza ed originalità, ha condotto gli spettatori oltre la quarta parete, in un continuo viaggio di andata e ritorno tra il mondo reale e quello pirandelliano, dove vivono tutti personaggi in attesa di andare in scena. A coronare la performance artistica dei due attori la sapiente regia di Claudio Boccaccini (aiuto regia Sonia Remoli) e l’incanto dell’installazione scenografica di Antonella Rebecchini: un ammasso scultoreo di libri che, in un’estasi di colori e forme, parlano agli spettatori di mondi, rappresentati da delicate sfere luminose.

Altri autorevoli interpreti di questo Natale sono stati la talentuosa e giovane cantante e attrice  Francesca Filippi, la storica del costume Elisabetta Gnignera e lo storico pamphiliano Colombo Bastianelli.

Un ringraziamento speciale a Don Fabrizio Pacelli, alla Compagnia Teatrale Sammartinese “Danilo Morucci” e al Centro Polivalente “Donna Olimpia” APS per aver contribuito alla riuscita dell’intera manifestazione.