Lusinghiero riconoscimento della Camera di Commercio di Perugia per Sosteniamo l’Ambiente
Storie di alternanza, il progetto ambientale del liceo properzio si classifica al secondo posto

NewTuscia – ASSISI – Tanti giovani e entusiasmo, al centro congressi della Camera di commercio dell’Umbria, per la quinta edizione del premio “Storie d’alternanza” dedicato alle esperienze PCTO – Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, create e vissute dagli Istituti scolastici regionali durante l’anno scolastico 2021-2022, con la proclamazione dei vincitori e la consegna dei riconoscimenti. Il premio è strutturato su due livelli di partecipazione: il primo locale, promosso e gestito dalla Camera di commercio dell’Umbria, il secondo nazionale, da Unioncamere, cui si accede solo se viene superata la selezione locale.

Per il Liceo Properzio di Assisi un lusinghiero secondo posto della sezione dedicata ai licei, grazie al percorso “Sosteniamo l’Ambiente”: sotto la guida del tutor interno professor Federico Lanzi e di altri docenti dell’istituto e con la collaborazione di diverse associazioni locali e nazionali, Sosteniamo l’Ambiente aveva proposto un percorso di riflessione sul tema dei rifiuti, sviluppando una serie di attività – teoriche e laboratoriali – che evidenziassero le potenzialità sociali, ambientali ed economiche di una diversa politica della gestione degli scarti.

Data l’ampia partecipazione degli studenti e l’esito positivo delle varie fasi previste, il Liceo Properzio ne ha realizzato un video di presentazione che ha poi presentato al concorso della Camera di commercio. E il filmato ha avuto l’evidente gradimento della giuria, con la classificazione al secondo posto dietro il Liceo Artistico Metelli di Terni e con il seguente giudizio di motivazione del premio: “il video descrive gli obiettivi del progetto e le modalità con le quali sono stati perseguiti in modo completo ed efficace. Si è partiti dalla riflessione circa la necessità di superare la logica del paradigma “usa e getta” delle risorse per assumere comportamenti quotidiani che portino ad un approccio conservativo che consenta il riutilizzo dei beni. Il percorso intrapreso ha avvicinato i ragazzi a realtà imprenditoriali operanti nel settore del recupero e del riuso e li ha portati a riflettere sulle opportunità professionali offerte dalla green economy. Si è, inoltre, evidenziato la valenza del progetto per il potenziamento di alcune competenze trasversali quali capacità di imparare e di lavorare sia in modalità collaborativa sia in maniera autonoma e la capacità di utilizzare i nuovi strumenti tecnologici come strumento di organizzazione del lavoro e di condivisione di informazioni”

A ritirare il premio quattro alunni della 4DL (Maria Mencarelli, Francesco Palini, Federica Ciambrusco Proietti, Alessia Davide), classe che ha aderito in massa al progetto e che nello scorso maggio ha realizzato autonomamente, con la docente prof.ssa Giorgia Barbini, una ripulitura degli spazi esterni della sede succursale. Nello stesso evento di premiazione svoltosi a Perugia, sono stati consegnati anche gli attestati di partecipazione di Bootcamp Mirabilia, un PCTO incentrato sulle tematiche del turismo culturale e ideato sempre dalla Camera di Commercio dell’Umbria. Anche in questo caso il Properzio in evidenza, con cinque ragazzi delle classi 5AL e 5BL (Sofia Morettoni, Andrea Rauco, Lamali Majda, Giulia Valente, Lamali Majda, Martina Zoccheddu) che hanno ricevuto l’attestato di riconoscimento del percorso formativo.  Gli studenti sono stati accompagnati a Perugia dalla referente PCTO della scuola prof.ssa Daniela Gorietti.

Soddisfazione viene espressa dall’istituto assisano, con il prof. Federico Lanzi che si augura che questo riconoscimento sia per se stesso e per tutti i colleghi un incentivo in più a proporre momenti di riflessione in tema ambientale: “Percorsi che sono sicuramente faticosi ma comunque sempre molto stimolanti, sia per i ragazzi che per noi docenti. In questo anno scolastico ho avuto il cambio dalla mia collega prof.ssa Roberta Tabarrini, che sta portando avanti il progetto Insieme per lo sviluppo sostenibile. L’attività, organizzata in collaborazione con la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta e orientata ai temi dello sviluppo sostenibile, sta proponendo agli studenti partecipanti questioni sicuramente non banali, come l’applicazione del PNRR in materia di mobilità sostenibile o il progetto pilota di rendere Assisi il primo centro storico libero da auto”.

Questo invece l’intervento della dirigente scolastica Francesca Alunni: “La collaborazione con le altre realtà del territorio e il far conoscere meglio le opportunità legate ai percorsi di alternanza scuola-lavoro sono da sempre tra gli obiettivi principali del liceo Properzio di Assisi, impegnato in un percorso di investimento su persone e sinergie con il territorio, per una proposta seria, che coniuga tradizione e innovazione. La nostra azione educativa si sviluppa anche nella realizzazione di seri percorsi PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) e nella collaborazione attiva con le realtà del nostro territorio. Ed è sicuramente un aspetto rilevante che parte dei nostri progetti si caratterizzino per un interesse specifico per l’ambiente. Il mio auspicio è che queste attività siano in grado di incidere sulla mentalità e sulla competenza dei nostri studenti, maturando in loro quella sensibilità – in noi adulti purtroppo non particolarmente spiccata – che possa portarci finalmente ad un cambio di paradigma in tema di sostenibilità”.