NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviatoci dall’ Associazione Murialdo Viterbo ODV.

“Era dal 2019 che non ci vedevamo tutti insieme per gli auguri a causa della pandemia ed è stato emozionante riprendere questa bella abitudine che avevamo interrotto. In tanti hanno risposto all’invito. Aldilà della presenza di ragazzi, educatori, volontari, che quotidianamente vivono la realtà della Casa Famiglia, dell’Appartamento Ponte, del Centro Aperto e degli Affidi, anche questo anno c’era la presenza di chi sostiene quotidianamente la mission dell’associazione: accompagnare il percorso di crescita di bambini e ragazzi che vivono situazioni sociofamiliari anche molto complesse.
Per far ciò è necessaria una rete territoriale ricca di contatti e supporti da parte di singole persone, famiglie, liberi professionisti, agenzie educative, associazioni di volontariato e federazioni, servizi sociosanitari territoriali, istituzioni politiche e militari e quindi anche i Servizi Sociali dei Comuni. Eravamo più di 70 (nonostante le tante persone a letto con l’influenza) e, oltre a rappresentare una nutrita fetta di cittadinanza, ciò che siamo tornati a vivere è un clima in cui ognuno può sentirsi parte di una “famiglia accogliente”. Volevamo scambiarci gli auguri affidandoli ad un abbraccio reale più che a un biglietto augurale e ciò è avvenuto nella condivisione di pensieri, aspettative, sogni durante il momento di riflessione, negli abbracci e nel clima festoso del momento conviviale successivo.

E’ stata una bella testimonianza anche la presenza dei 5 giovani che stanno vivendo il Servizio Civile con noi, ma anche di chi il servizio civile da noi lo ha vissuto negli anni passati ed è rimasto a noi legato. I giovani in Servizio Civile sono una risorsa e una grande opportunità per le attività dell’associazione ed il nostro grazie a loro è di vero cuore. I giovani stessi acquisiscono competenze e maturato un bagaglio di esperienze da spendersi nel loro futuro lavorativo ed è già possibile fare domanda fino al 10 febbraio per i giovani che faranno servizio civile il prossimo anno.
Cogliamo l’occasione per augurare a ognuno un 2023 che ci trasformi dal profondo, facendoci realmente trasformare in culle in grado di accogliere sempre ogni persona che si trovi in difficoltà, soprattutto se è un bambino, un ragazzo, un giovane con il bisogno di essere supportato nel suo cammino di crescita. Se anche tu vuoi far parte delle nostre attività, supportarci attraverso la tua professione puoi chiamare Diana Dimonte al 3471508238.”