NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviatoci da Mauro Rotelli, Presidente della Commissione Ambiente, Infrastrutture e Territorio della Camera dei Deputati.

“Subito una buona notizia per iniziare bene il 2023. Pochi giorni fa il 21 dicembre ENAC, ente nazionale per l’aviazione civile, l’Aeronautica Militare e l’Esercito Italiano si sono riuniti a Viterbo per programmare alcuni interventi relativi all’aeroporto.

Nel settembre 2021, ENAC ha stanziato per lo scalo aeroportuale civile della città di Viterbo 100.000 euro per la sistemazione di alcune infrastrutture e la viabilità interna. Durante la riunione Enac ha comunicato l’intenzione di raddoppiare le risorse, portando il contributo a 200000 euro.

La riunione inoltre è servita a definire lo scalo viterbese come aeroporto di “primo livello”, inserendolo in una rete di aeroporti di cui fa parte anche il vicino aeroporto di Roma-Urbe.

Le iniziative riguardarti lo scalo partiranno già da gennaio 2023. Fondamentale sarà il passaggio delle aree dal demanio militare ad Enac. Saranno inoltre verificate le attuali procedure di autorizzazione al volo ferme dal 2006. In ultimo, ma non di secondaria importanza, verrà omologata al traffico civile anche la pista esistente da 1,5km. Una buonissima notizia per l’intera provincia di Viterbo.”