NewTuscia – VITERBO – “La scuola come luogo educativo deve ritrovare e ridisegnare anche la sua funzione puramente pedagogica, messa al centro di un progetto di formazione di ‘scuola orizzontale’. A poche settimane dalla nomina a segretario generale della Cisl scuola, Aldo Bellocchio presenta il suo programma per il futuro scolastico della Tuscia, un programma ricco di idee ed incentrato su nuove sfide ed obiettivi che il sindacato si dice pronto a condividere.
“Voglio partire dall’idea della ‘scuola orizzontale’ – ha affermato il segretario Bellocchio – per poter dare la possibilità a tutti gli operatori che lavorano all’interno della scuola, o che si apprestano a farlo, di potersi formare ed acquisire nuove competenze necessarie a poter svolgere al meglio il proprio lavoro. A cominciare dagli Ata, ossia il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, vorremmo sviluppare una serie di incontri con tutti gli operatori del mondo della scuola, dal consiglio generale, agli rsu, ai ds, ai collaboratori scolastici e ai docenti. Questo perchè credo che tutti gli operatori debbano essere allo stesso tempo educatori”.

Ma perché scuola orizzontale?
” Noi abbiamo nelle graduatorie provinciali di supplenza (gps) docenti preparati che non hanno mai insegnato e allo stesso tempo abbiamo in servizio insegnanti di ruolo che potrebbero, grazie all’esperienza acquisita in tanti anni di lavoro, mettere a disposizione il loro sapere per la loro formazione. Questo mettersi spontaneamente al servizio dei nuovi è un modo di fare comunità che noi, come sindacato, sosteniamo con rinnovato interesse. E’ proprio questa  l’idea che pongo al centro del mio progetto di ‘scuola orizzontale’: portare a sistema le persone qualificate e formate dove la Cisl sarà un punto di riferimento per tutti.
La forza che si crea dall’unione e dalla creazione di nuove sinergie è un modo sano di far crescere non solo la scuola, il corpo docente e tutti i lavoratori in generale, ma rappresenta allo stesso tempo il fattore determinante per la crescita culturale ed educativa dei nostri studenti. Sarà questo il nostro obiettivo”