NewTuscia – VITORCHIANO – Nella mattina del 24 dicembre 2022 si è tenuto a Vitorchiano il sedicesimo consiglio comunale dell’amministrazione in carica, aperto e moderato dal presidente Giuseppe Santini. La discussione dei punti all’ordine del giorno, riguardanti soprattutto bilancio e urbanistica, è stata introdotta dal sindaco Ruggero Grassotti che ha rinnovato gli auguri di un sereno Natale e di un felice anno nuovo a tutti i cittadini. Quindi si è proceduto alla nomina del nuovo revisore dei conti per gli anni 2023-2025, nella persona del dottor Arturo Mascetti, risultato dal sorteggio effettuato in Prefettura.

L’assessore al bilancio Ester Ielmoni ha illustrato la ricognizione periodica delle partecipazioni (art. 20 d.lgs. 175/2016 come modificato dal d.lgs. 100/2017), poi approvata dall’assise, sottolineando che “da un’analisi complessiva dei dati, tenuto anche conto dei diversi interventi procedurali sia sulle entrate che sulle uscite tra cui il riaccertamento ordinario dei residui, il bilancio dell’ente può ritenersi sano ed equilibrato, sia in termini di cassa che di competenza. Ad oggi i dati, seppur ancora parziali, mostrano che chiuderemo con il fondo di cassa in linea con quello previsto nel bilancio di previsione 2022, ammontante a 1.843.512,10 euro”.

Il dato è confortato da un miglioramento della capacità di riscossione delle entrate tributarie, che dal 45,51% del 2021 è passata all’attuale 58,41%. “Complessivamente – aggiunge Ielmoni – il Comune ha migliorato di 12 punti percentuali la capacità di riscossione delle entrate rispetto all’anno precedente. Dal lato delle spese è stato possibile applicare un avanzo di amministrazione accantonato e vincolato per diversi interventi quali il pagamento del corposo saldo delle quote ATO 2005-2021 (circa 120.000 euro), nonché quello vincolato da sanzioni codice della strada per miglioramenti della viabilità e sicurezza stradale, e per finanziare i rinnovi contrattuali di dipendenti comunali”.

In tema di urbanistica, il consiglio ha deliberato la presa in carico delle opere di urbanizzazione primaria relative al piano particolareggiato in località Conventino (parziale e finale) e al piano di lottizzazione Poscia (parziale) in località Paparano (Via Gatti). Passaggi formali, illustrati dall’assessore a urbanistica e lavori pubblici Federico Cruciani, che vanno a vantaggio del patrimonio comunale e degli utenti, come peraltro previsto dalla specifica convenzione. Per il piano Poscia resterà, in futuro, da effettuare la sola presa in carico della strada che avverrà una volta arrivato il collaudo della stessa.

Sempre l’assessore Cruciani ha ribadito che l’amministrazione, grazie al fondamentale ruolo dell’Ufficio tecnico comunale, “promuoverà ogni azione utile ad abbattere o minimizzare gli impatti economici e organizzativi, per poter acquisire a patrimonio comunale le opere di urbanizzazione primaria delle diverse lottizzazioni laddove tale adempimento non sia stato ancora svolto. Sebbene sia utile chiarire che l’onere della richiesta di presa in carico di tali opere e della presentazione della relativa e necessaria documentazione sia per legge in capo ai privati titolari, il Comune farà tutto quanto possibile per agevolare e semplificare il completamento di questi adempimenti. Ciò permetterà di sanare, in particolare in località Paparano, un gap storico non affrontato al termine della fase edificatoria, consentendo anche di superare tutta una serie di potenziali e correlate problematiche amministrative nell’interesse delle famiglie ancora coinvolte. Un preciso impegno preso, peraltro inserito nel programma elettorale presentato ai cittadini lo scorso anno”.