NewTuscia – TARQUINIA – Un po’ strega un po’ fata. Più irriverente e ironica di Babbo Natale, ma non meno amata dai bambini. È la Befana, la simpatica vecchietta che quest’anno si è persa non trovando più la strada per casa e si è fermata al Polo Nord, all’ex lavatoio, all’angolo tra piazza Santo Stefano e via dei Granari, nel centro storico di Tarquinia.
Vi sosterà per alcuni giorni, dal 3 al 5 gennaio 2023, dalle 16 alle 19, per ritrovare l’orientamento, rimettersi in forma, ed essere pronta a volare nel giorno dell’Epifania a cavallo della sua scopa per portare carbone ai bimbi cattivi e dolci a chi si è comportato bene. A stare vicini all’illustre ospite, nel suo soggiorno tarquiniese, i volontari dell’associazione culturale Viva Tarquinia che hanno curato i bei allestimenti del Polo Nord. “Sarà un modo divertente per passare nella nostra città gli ultimi giorni delle feste di Natale – affermano dall’associazione culturale Viva Tarquinia -. Ad accogliere i bambini, nel “freddo” del grande nord, ci saremo noi e la Befana, o meglio, un simpatico pupazzo di pezza tutto allegramente decorato che arricchirà le bianche scenografie fino alla sera del 5 gennaio, quando l’arzilla signora, un po’ strega e un po’ fata, si preparerà per riprendere il volo per portare carbone e dolciumi nel silenzio della notte”. L’iniziativa, come quella dell’ufficio postale di Babbo Natale e del laboratorio degli elfi realizzata alla sala D. H. Lawrence, è sostenuta dal Comune di Tarquinia.